Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Anthony Davis commenta l’espulsione di LeBron: “Non è un giocatore sporco”

I californiani nella notte hanno vinto a Detroit ma assistito all’espulsione di LeBron James

Nella notte LeBron James ha subito la seconda espulsione in carriera contro i Detroit Pistons. La prima volta è stata il 28 novembre 2017, in un Cavaliers vs Heat. In questa occasione, il Re è entrato in contatto con Isaiah Stewart durante una battaglia a rimbalzo, colpendo l’avversario sul volto, facendolo sanguinare.

Nel post-partita, Anthony Davis ha commentato in questa maniera quanto accaduto, difendendo il suo compagno di squadra da possibili critiche riguardo il suo atteggiamento:

“Tutti in NBA sanno che LeBron non è un giocatore ‘sporco’. Inoltre, appena ha visto che l’aveva segnato in viso si è subito girato verso di lui dicendogli ‘Oh scusa, non volevo’.”

Stesso discorso per Frank Vogel, il quale invece ha parlato in questa maniera:

“Stewart gli ha dato una gomitata nelle costole, c’era già fallo in quella occasione. LeBron stava quindi cercando di liberarsi di lui e lo ha colpito accidentalmente, ma il fallo è stato abbastanza chiaro per chiamare un flagrant 2.”

 

Anthony Davis: “Proteggeremo sempre LeBron James”

Subito dopo il fatto, Stewart è apparso furioso, cercando più volte di scampare alla calma imposta da compagni e coaching staff per andare alla carica di LeBron e compagnia. Questa l’impressione di AD:

“Non so cosa stesse cercando di fare. Ma noi, dal 1° al 15° giocatore della squadra, proteggeremo nostro fratello. In 10 anni di carriera non ho mai visto un giocatore che provasse a caricare in quel modo. È completamente ingiustificato. Hai un taglio sopra l’occhio, è stato accidentale, non gli permetteremo di venire ad accusare nostro fratello in quel modo. Non so cosa stesse cercando di fare, ma non glielo avremmo permesso.”

Il sophomore – anch’egli espulso (2 tecnici) – ha provato addirittura a fare il giro del tunnel per uscire a lato della panchina dei Lakers, invano. Cory Joseph, suo compagno di squadra, si era prontamente piazzato davanti all’uscita del tunnel per ogni evenienza. La buona notizia per i Lakers è che nonostante l’assenza di James, la squadra ha reagito bene in campo, vincendo l’ultimo quarto 37-17 grazie all’apporto della coppia formata da Russell Westbrook – Anthony Davis.

Una segnale recepito in maniera positiva anche da Vogel:

“Per me, questo è il tipo di cosa che può cambiare la tua stagione. I ragazzi si sono riuniti dopo l’espulsione del compagno di squadra e hanno giocato con coraggio.”

 

 

Leggi Anche

Risultati NBA: rimonta Lakers nella rissa di Detroit, Phoenix asfalta Denver e suona la dodicesima

NBA Sundays, Luka Doncic non giocherà contro i Clippers

NBA, Giannis Antetokounmpo e Bobby Portis hanno eguagliato un record di Kareem

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers