Seguici su

News NBA

NBA, Ben Simmons ritorna a Philadelphia: il punto sulla situazione

Simmons è comparso al Wells Fargo Center per fare i test anti-COVID

Dopo un’estate passata a evitare dirigenza e compagni, nelle ultime ore i Philadelphia 76ers e l’entourage di Ben Simmons hanno provato a ricucire il rapporto tra giocatore e franchigia.  Secondo quanto riporta Adrian Wojnarowski di ESPNSimmons è già arrivato a Philadelphia, con grande sorpresa dei Sixers, che non si aspettavano un ritorno così prematuro, e stavano ancora trattando con Rich Paul nel momento in cui il giocatore è semplicemente apparso.

Secondo le fonti di ESPN, mentre i Philadelphia 76ers avevano la meglio sui Brooklyn Nets al Wells Fargo Center, Ben Simmons era nell’arena.  Il giocatore stava procedendo ai test anti-COVID, per poter iniziare il percorso di rientro nella franchigia alla quale, in estate, aveva richiesto lo scambio.  Ciò che è accaduto dopo per ora rimane un mistero, ma i Sixers sono vogliosi di riaprire un canale di dialogo diretto con il 3 volte All-Star.

Dopo la partita, il centro Joel Embiid ha confermato l’arrivo di Simmons, affermando che le cose si sono “risolte”:

“Ho sempre detto che credo che lui ci dia la possibilità di vincere.  Siamo una squadra miglior insieme a lui, non senza, questo è sicuro.  Quindi sono felice che le cose si siano risolte, e che possiamo andare avanti per cercare di diventare una squadra migliore.”

Anche coach Doc Rivers ha confermato l’arrivo di Ben Simmons al Wells Fargo Center.  L’allenatore di Philadelphia ha confermato il suo interesse in un ritorno di Simmons in squadra, come più volte manifestato nel corso della vicenda:

“L’abbiamo detto dal primo giorno quello che noi vogliamo.  Che ci sarebbe piaciuto riaverlo indietro.  A parte questo, non c’è niente altro da dire… la nostra posizione non è cambiata per nulla.”

Sempre secondo ESPN, Simmons potrebbe iniziare gli incontri con la dirigenza già da oggi.  Bisognerà capire se c’è veramente uno spiraglio per ricucire il rapporto, oppure se il giocatore è ritornato semplicemente per ottenere lo scambio che voleva e per non perdere altri soldi.  

Leggi anche:

Preseason NBA, i Nets perdono a Philadelphia, continua l’imbattibilità per Heat, Kings e T’Wolves

NBA, Kosta Koufos torna in USA: giocherà in G League

NBA, vicino il rientro di Rui Hachimura

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA