Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Bob Myers sul rientro di Klay Thompson: “Difficile da valutare”

La guardia degli Warriors non gioca dalle Finals 2019 contro i Toronto Raptors

klay thompson

Gara-6 delle Finals stagione 2018/2019 contro i Toronto Raptors segna l’inizio di un lungo, inaspettato calvario per Klay Thompson. Sul finire del terzo quarto il numero 11 degli Warriors si invola in contropiede verso il canestro, ma il tentativo di blocco da parte di Danny Green finisce per sgretolare il suo equilibrio in sospensione: il ginocchio sinistro cede. Il classe ’90 riporta la rottura del crociato ed è costretto a saltare l’intera stagione successiva.

Il recupero procede a gonfie vele ma, all’indomani della stagione 2020/2021, quando il tre volte campione NBA sembra prossimo al ritorno, piomba un’altra tragedia. Klay Thompson riporta la rottura del tendine d’Achille e le stagioni di stop diventano improvvisamente due. La voglia di vederlo tornare a giocare è tanta, troppa, ma il general manager della franchigia Bob Myers fa il punto sul percorso di riabilitazione e il rientro in campo. Queste le sue parole a NBC Sports:

“Credo che ne sapremo di più quando arriveremo al training camp. Comunque c’è differenza tra giocare 5 contro 5 e giocare una partita NBA. E al training camp decideremo quando sarà il tempo giusto per questo. Non credo sarà la prima partita della stagione a ottobre. Sarà il giorno del ringraziamento? Sarà a Natale? Credo sia più probabile dicembre, ma non lo so.”

Bob Myers ha poi continuato:

“È difficile valutare. Dipende da come affronterà le varie tappe nel percorso di riabilitazione. Ma io so questo: il ragazzo è sul pezzo ogni giorno, è assetato. È assetato di tornare in campo. Ama il basket e non ci sono dubbi su quanto ci possa aiutare.”

Infine, conclude:

“Se tornerà a dicembre, novembre, gennaio o quando sarà, la chiave sarà averlo pronto per il periodo Playoff o pronto al meglio delle possibilità. Quando tornerà, tornerà e io non vedo l’ora di vedere questo momento.”

Leggi anche:

NBA, Steve Kerr: Michael Jordan? No, è Durant è il più talentuoso di sempre

NBA, Draft 2021: l’ordine di chiamata delle squadre per le scelte 15-30

Gli Harlem Globetrotters ci credono: vogliono avere una squadra NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors