Seguici su

L.A. Clippers

NBA, Paul George tenuto fuori dal campo negli ultimi minuti: “Volevo rimanere sul parquet”

Il giocatore è rimasto amareggiato dalla scelta del suo head coach di tenerlo fuori dal parquet per la minutes restriction

paul george

Negli ultimi minuti della sfida tra Nets e Clippers Paul George ha dovuto vedere la partita dalla panchina. Nonostante avesse segnato dodici punti in pochi minuti nell’ultimo quarto, Tyronn Lue ha tenuto la sua stella fuori dal campo per la restrizione di minutaggio a cui PG13 è sottoposto. Grazie anche all’assenza sul parquet della stella losangelina i Nets sono riusciti a portare a casa la vittoria in trasferta allo Staples Center.

A fine serata il referto di Paul George è ottimo: 34 punti, sette assist e sei rimbalzi i numeri raccolti in 33 minuti sul parquet. Vista anche la grande prestazione George era ovviamente amareggiato nell’intervista post-partita, dove ha detto:

“Non voglio neanche commentare questa situazione. Ero pronto a giocare, e volevo rimanere sul campo”

Venerdì scorso, dopo la vittoria contro i Jazz, Paul George aveva detto di non essere ancora pronto a giocare per più di 30 minuti, essendo di ritorno da un infortunio al dito del piede causato da un gonfiore. Ma contro i Nets stanotte PG ha giocato un’ottima partita, aiutando i suoi a recuperare quasi completamente uno svantaggio di venti punti. Proprio sul più bello però, a rimonta quasi completata, Tyronn Lue ha tolto la sua stella dal campo per rimanere all’interno della minutes restriction, la restrizione prevista per recuperare totalmente dall’infortunio.

Una scelta non approvata da George, che ha detto di aver già recuperato completamente e non rischiare un ulteriore aggravamento della situazione clinica. A fine partita anche l’head coach dei Clippers è ritornato sulla sua decisione, spiegandola così:

“Ad inizio quarto quarto pensavo che la partita fosse ormai quasi andata, e ho dovuto rimetterlo sul parquet per provare ad avvicinarci per riaprirla. Ha giocato benissimo, è stato decisivo per noi, però ho dovuto prendere una scelta difficile dopo. Ma l’importante è che sia in salute: il bene dei giocatori è la nostra priorità”

Per i Los Angeles Clippers il record attuale recita 22 vittorie e 10 sconfitte, e la prossima partita sarà in casa contro i Washington Wizards.

 

Leggi anche:

NBA, James Harden commenta la vittoria dei Nets contro i Clippers

I Clippers fermano la corsa dei Jazz: i commenti di Lue e Kahwi Leonard

NBA, botta e risposta di fuoco tra Jared Dudley e Paul George

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers