Seguici su

New York Knicks

NBA, primo allenamento per i Knicks; le impressioni di Thibodeau su RJ Barrett

Le prime impressioni di Coach Thibodeau sui NY Knicks sono molto positive

Thibodeau

I New York Knicks si sono riuniti oggi per il loro primo allenamento con Coach Tom Thibodeau.

Il nuovo allenatore della squadra ha detto che la sua prima impressione su RJ Barrett è stata molto positiva, ma ha sottolineato il fatto che il giocatore ha ancora molta strada da fare:

“È stato fantastico. Ovviamente c’è molto lavoro da fare. Questi sono solo i primi passi”.

Thibodeau è molto conosciuto all’interno del mondo NBA per il suo carattere forte con i giocatori, specialmente quelli più giovani, che nel tempo si è rivelato tutt’altro che controproducente. Sia Jimmy Butler che Andrew Wiggins, per esempio, hanno raggiunto in poco tempo livelli altissimi durante le loro prime stagioni in carriera, non a caso proprio sotto la guida di Coach Thibodeau.

Sarebbe una forzatura dire che Barrett ha avuto una stagione da rookie deludente per i Knicks, ma non si può nascondere il fatto che il 20enne canadese ha ancora bisogno di perfezionare molti aspetti del suo gioco difensivo e offensivo, specialmente l’efficienza al tiro, e la percentuale ai tiri liberi (61,4%).

A tal proposito, l’allenatore ha aggiunto:

“L’offseason è fondamentale per ogni giovane giocatore. È in questo periodo che Barrett può sviluppare il proprio gioco, che penso sia fondamentale in vista della prossima stagione. Ovviamente questo vale anche per tutti i nostri giocatori. Barrett nel primo allenamento è stato fantastico, sta lavorando sodo. Se lo farà giorno dopo giorno, migliorerà notevolmente”.

Infine ha aggiunto che alcuni giocatori non si sentivano ancora a proprio agio con gli allenamenti full-contact, ma che l’esperienza è stata comunque utile:

“È stata una sfida… non voglio entrare nello specifico perché le scelte sono su base volontaria, ma finora abbiamo avuto una grande affluenza. Ovviamente erano necessari contatti, alcuni ragazzi non erano del tutto a loro agio, e abbiamo capito perfettamente la situazione. Nonostante ciò molti sono venuti in anticipo, il che è stato molto vantaggioso per me e sicuramente un punto a favore per loro”.

Leggi anche:

NBA, Boston Celtics in pericolo, Jaylen Brown: “Dobbiamo restare uniti”

I Lakers si lamentano per i pochi tiri liberi concessi a LeBron James

Kevin Garnett: “Non avremmo mai potuto giocare nella bolla”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in New York Knicks