Seguici su

Chicago Bulls

NBA, Donovan: “Sono stato subito cercato dai Bulls”

Il neo head coach di Chicago ha parlato del suo arrivo sulla panchina dei Bulls e dei suoi nuovi giocatori

Billy Donovan

I Chicago Bulls hanno annunciato l’arrivo in panchina di Billy Donovan. L’ex head coach dei Thunder sarà il ventiquattresimo allenatore a guidare la franchigia di Chicago, e l’obiettivo è di riportarla ai fasti degli anni ’90. Il nuovo arrivato ha parlato del suo arrivo nella Windy City e del corteggiamento arrivato dalla dirigenza:

“Non appena ho saputo che il mio tempo a OKC era finito, mi sono svegliato alle 7 e ho preso la macchina. Ho guidato per 17 ore per tornare indietro in Florida per vedere la mia famiglia. E Karnisovas [vice presidente esecutivo dei Bulls] mi ha chiesto di vederci a Chicago per parlare di un possibile contratto”

Donovan ha poi continuato:

“Gli ho detto subito: ‘Ho appena guidato per 17 ore, potete darmi un poì di tempo. E così sono venuti lui e Marc Eversley [il GM dei Bulls] da me, e abbiamo parlato per cinque ore e mezzo. Gli argomenti di cui mi hanno parlato sono davvero importanti per me, e non potevo non accettare”

Il contratto firmato da Billy Donovan è, come detto da Shams Charania, un pluriennale da 24 milioni di dollari in 4 anni. Con questo compenso Donovan rimarrà tra gli allenatori più pagati dell’intera lega.

Il neo head coach ha infine parlato dei giovani che potrà allenare la prossima stagione:

“Volevamo Coby White già a OKC. Lauri [Markkanen] è un giocatore unico per le abilità e le skill che ha, Zach [Lavine] è un grande attaccante e un grande creatore di tiri. Ho cercato di reclutare Wendell Carter ai tempi del college e penso sia una grande persona e un giocatore pieno di talento”

Sono tre anni che i Bulls non giocano i Playoff e dal 1998 (anno dell’ultimo titolo di Chicago, recentemente celebrato da The Last Dance) che non arrivano alle Finals NBA. Ma Donovan non ha mai mancato la Post-Season nei cinque anni in Oklahoma e ha già vinto due titoli NCAA nei 19 anni da coach dei Florida Gators. Ha la mentalità giusta, e potrebbe portare tanti successi in casa Bulls.

 

Leggi anche:

NBA, i Chicago Bulls licenziano coach Boylen

Zach LaVine: “Dobbiamo cambiare la nostra mentalità”

NBA, retroscena sul passaggio di Chris Bosh ai Miami Heat

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Chicago Bulls