Seguici su

Atlanta Hawks

NBA, novità per le 8 franchigie rimaste fuori dalla bolla di Orlando

L’inattività delle 8 “escluse” è destinata ad interrompersi

nba

Le otto franchigie che non si sono qualificate al Walt Disney Campus di Orlando avranno la possibilità di organizzare sedute di allenamento a partire dal prossimo mese, come concordato ed annunciato da NBA e NBPA.

Gli allenamenti, facoltativi ed a discrezione delle singole franchigie, avranno luogo presso le usuali strutture di proprietà delle squadre. Per ridurre drasticamente le possibilità di un qualsivoglia contagio, i siti in questione saranno isolati e monitorati continuamente. Ciò comporta che i giocatori e gli allenatori si stanzino sedentariamente all’interno del “campus”, limitando al massimo grado gli spostamenti.

L’iniziativa dovrebbe vedere luce a partire dal 14 settembre, per poi protrarsi sino al 6 ottobre. Nel suddetto intervallo di tempo, i giocatori saranno chiamati ad effettuare quotidianamente un esame diagnostico, procedimento del resto adottato anche nella bolla di Orlando.

Le otto franchigie che potranno usufruire di questo beneficio sono: Atlanta Hawks, Charlotte Hornets, Chicago Bulls, Cleveland Cavaliers, Detroit Pistons, Golden State Warriors, Minnesota Timberwolves, New York Knicks.

 

Leggi anche:

NBA, Harden: “Dobbiamo continuare con questa fiducia”

NBA, Lillard: “È solo una vittoria, pensiamo già alla prossima”

NBA, Doc Rivers nega le provocazioni a Porzingis

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Atlanta Hawks