Seguici su

New Orleans Pelicans

NBA, Adam Silver: “Si sono inginocchiati tutti? Solo rispetto”

Il commissioner NBA e la franchigia della Big Easy hanno difeso pubblicamente l’inginocchiarsi durante l’inno americano

nba

Il ritorno in campo della NBA vede un cambiamento della gestione del ginocchio a terra durante l’inno. Il gesto di inginocchiarsi sarebbe tecnicamente vietato dal regolamento NBA ma – visto le particolari circostanze e con la lega impegnata in prima linea a sostenere il movimento BLM – non si vedrà l’applicazione della regola. Nella notte abbiamo visto come giocatori, allenatori e arbitri siano uniti sulla questione. Il commissioner NBA, Adam Silver, ha voluto far chiarezza una volta per tutte. Ecco la sua dichiarazione:

“Rispetto la protesta pacifica, per la giustizia sociale, messa in atto dalle nostre squadre in modo unito e quindi, date queste circostanze uniche, non applicheremo la regola che obbliga a stare in piedi durante l’inno nazionale.”

Durante le trattative tra NBA e NBPA per la ripresa della stagione, i giocatori avevano chiesto con forza di poter mandare un messaggio sociale. La lega ha accettato, infatti sui campi compare lo slogan “Black Lives Matter”. Inoltre i giocatori possono inserire un messaggio sociale sulla canotta, al posto del proprio nome.  

New Orleans Pelicans hanno rilasciato una dichiarazione, subito dopo la partita. Nella nota troviamo le motivazioni che hanno spinto il loro team a inginocchiarsi:

“I New Orleans Pelicans sostengono gli ideali della libertà di parola e il diritto di protestare pacificamente. Insieme agli Utah Jazz, la nostra organizzazione ha deciso di unirsi alla NBA per supportare i nostri giocatori e i nostri allenatori. Per promuovere un cambiamento significativo, relativamente a quanto riguarda la giustizia sociale e l’uguaglianza, i New Orleans Pelicans si sono associati ai propri giocatori e al proprio staff per creare l’Alleanza per la Guida alla Giustizia Sociale, incaricata di promuovere il dialogo, l’ascolto e l’apprendimento e per creare un cambiamento positivo nella nostra comunità e nel nostro paese.”

Anche Donovan Mitchell ha mandato un messaggio di giustizia sociale. Dopo la partita, la guardia dei Jazz si è presentata indossando un giubbotto antiproiettile: un chiaro messaggio contro la brutalità della polizia.

 

Leggi anche:

Rudy Gobert guida i Jazz nella ripartenza NBA: “Sono felice di essere tornato”

NBA, i Los Angeles Lakers sono a una vittoria dall’assicurarsi il primo posto ad Ovest

NBA, Anthony Davis commenta la vittoria sui Clippers

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in New Orleans Pelicans