Seguici su

Curiosità

I 10 rookie NBA sotto i riflettori nella bolla di Orlando

La ripresa della stagione NBA è vicina e le giovani leve non vedono l’ora di mettersi in mostra. Analizziamo insieme i possibili exploit

Da metà luglio la NBA riprenderà, chiusa nella ormai famosa bolla di Orlando. I rookie avranno, fin da subito, a disposizione minuti importanti, visto che alcune franchigie devono ancora conquistarsi un posto ai Playoff. Con una preparazione fisica deficitaria e molte partite ravvicinate, le giovani leve diventeranno fondamentali per non far rischiare nulla ai veterani i quali hanno già messo nel mirino la postseason. I coach sono di fatto pronti a sfruttare la loro freschezza, mettendoli sotto i riflettori del mondo NBA. Bleacher Report ha stilato la classifica dei 10 rookie che potrebbero esplodere a Orlando.

 

10. Brandon Clarke

Brandon Clarke | Via @brandonclarke23 on Twitter

Brandon Clarke | Via @brandonclarke23 on Twitter

Stats in stagione: 12 punti + 5.8 rimbalzi + 1.4 assist in 21.7 minuti

Brandon Clark è perfetto per giocare nel sistema Memphis Grizzlies. Avrà a disposizione minuti importanti per riscattarsi, dopo l’infortunio che l’ha fermato a febbraio. La sua coordinazione e il suo atletismo lo rendono un giocatore molto efficace quando servito in movimento, dopo un taglio o un blocco. Il suo tiro in corsa è uno dei migliori tra i rookie. Inoltre ha mostrato dei piccoli miglioramenti nel tiro da oltre l’arco, che potrebbero fargli fare il salto di qualità in estate.  

 

9. Luguentz Dort

luguentz dort

Stats in stagione: 6.2 punti + 1.9 rimbalzi + 0.7 assist in 22.0 minuti

Non scelto al Draft 2019, ora Luguentz Dort ha un contratto pluriennale con OKC. Il rookie è ancora molto grezzo, sia tecnicamente che nelle scelte. Dalla sua ha un gran fisicità che gli permette di mantenere alta l’intensità in ogni situazione. In attacco è un ottimo penetratore, mentre in difesa, grazie ai muscoli, può mettere in difficoltà le guardie avversarie. Se trovasse continuità al tiro, potrebbe dare un grande apporto al Gallo e compagni nella corsa ai playoff. Il suo high stagionale è di 5 triple, messe a segno contro i Sacramento Kings. È arrivato per stupire ancora e Oklahoma ci crede.

Precedente1 di 5
Commento

Commento

  1. Giirgio

    03/07/2020 13:37

    Ja Morant lo avrei messo al numero 2

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità