Seguici su

Miami Heat

NBA, Adebayo: “La polizza assicurativa garantisce che le giovani stelle vengano pagate”

La giovane stella degli Heat ha riferito di un accordo con la NBA su una polizza assicurativa volta a proteggere i giovani giocatori dagli infortuni

bam adebayo

Il giovane centro dei Miami Heat Bam Adebayo è stato uno dei cinque giovani giocatori che hanno partecipato ad una conference call con la NBA lo scorso venerdì. Durante la conferenza si è discusso di una polizza assicurativa finanziata dalla lega. Adebayo, Jayson Tatum, Donovan Mitchell, De’Aaron Fox e Kyle Kuzma hanno tutti diritto a tali proroghe assicurative destinante ai rookie in questo finale di stagione. Inoltre gli atleti appena citati vorrebbero anche una protezione contro gli infortuni che potrebbero compromettere la loro carriera quando la stagione ripartirà a luglio.

Adebayo si è così espresso secondo Tim Reynolds di The Associated Press:

“La nostra unica volontà era: ‘Guardate, stiamo cercando una proroga e vogliamo assicurarci che quando giocheremo in questa bolla saremo sicuri e non ci faremo male. Qualora ci infortunassimo, avremo dei sostegni economici che ci assicurano di venire ancora pagati.”

La polizza assicurativa dovrebbe valere circa 400.000 dollari secondo una fonte di Reynolds.

La presidente della NBPA Michele Roberts è ottimista sul fatto che il sindacato raggiungerà un accordo con Adebayo & Co. La star degli Heat ha voluto precisare che non stanno dando alcun ultimatum:

“Il nostro obiettivo principale è quello di giocare. Dunque non voglio che qualcuno pensi, ‘Se non avranno l’assicurazione non giocheranno.’ No, noi vogliamo giocare. Questo è il punto. Vogliamo giocare e dare alle nostre squadre una chance di vincere il titolo. Ma dobbiamo anche pensare alle nostre famiglie e vite e riflettere su come potrebbero cambiare nel caso ci infortunassimo.”

Adebayo è destinato ad esplodere dopo una grande stagione 2019-2020. Bam ha mantenuto 16.2 punti, 10.5 rimbalzi e 5.1 assist di media a partita ed è stato selezionato per l’All-Star Game per la prima volta in carriera. 

 

Leggi anche:

La NBA potrebbe impedire ai coach più anziani di stare in panchina

NBA, Barkley: “LeBron più completo, ma per vincere scelgo Jordan”

NBA, anche Korver sposa la linea Irving: “Il cambiamento è più importante”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat