Seguici su

All Star Game

Tutte le curiosità sull’NBA All-Star Weekend

Tutte le curiosità riguardanti l’All-Star Weekend, che quest’anno è giunto alla 69° edizione

Ormai ci siamo: domani comincia l’All-Star Weekend, la tradizionale manifestazione lunga tre giorni in cui i migliori giocatori della NBA si sfidano sul parquet NBA, a suon di schiacciate, tiri da tre punti e giocate spettacolari. Quella di quest’anno, che avrà luogo a Chicago, è la 69° edizione: dunque, di seguito abbiamo raccolto tutte le curiosità riguardanti l’All-Star Weekend, partendo dalla sua storia, e passando per ogni record dei tre eventi principali: il Three Point Contest, lo Slam Dunk Contest e l’All-Star Game. Non ci resta dunque che andarle a scoprire insieme.

Un po’ di storia

2 marzo 1951: Ha luogo il primo All-Star Game della storia NBA, al Boston Garden di Boston. La squadra con le stelle dell’Est vincono sull’Ovest per 111-94; Ed Macauley viene nominato MVP della manifestazione.

1976: Viene introdotto lo Slam Dunk Contest, durante l’intervallo dell’All-Star Game della ABA, la lega rivale della NBA fino alla loro unione avvenuta l’anno successivo. L’NBA reintrodusse l’evento solamente nel 1984, spostandolo al sabato notte. Il vincitore di quell’edizione fu Julius Erving.

1977: Si tiene il primo All-Star Game dopo la fusion fra ABA e NBA. L’Est vince sull’Ovest, mentre Julius Erving viene nominato MVP della partita.

1984: Viene introdotto il Legends Classic, ovvero una partita fra ex giocatori NBA ormai ritirati. Come per l’All-Star Game, le squadre rappresentavano l’Eastern e la Western Conference. Venne poi cancellato nel 1994, per via dei frequenti infortuni che hanno afflitto i partecipanti. Il Rising Stars Challenge prese il suo posto.

1986: L’anno della prima edizione del Three-Point Contest. Il format ha subito diverse modifiche da allora: dal 1986 al 2002 e nel biennio 2017-18, otto giocatori prendevano parte al torneo. Dal 2003 al 2016, invece, il contest era aperto a solamente sei giocatori, mentre dallo scorso anno il numero di partecipanti è salito a 10. Per l’edizione di quest’anno, il numero è tornato a otto.

2003: Vengono introdotte due nuove competizioni, l’NBA All-Star Celebrity Game e lo Skills Challenge. I due contest non hanno subito variazioni, continuando ad essere presenti nel Weekend dalla loro introduzione nel format originale.

2015: Il Rising Stars Challenge cambia formato. I partecipanti sono sempre giocatori al primo o al secondo anno nella Lega, ma non si sfidano più: ora la competizione prevede una sfida fra giocatori USA e giocatori internazionali.

Ottobre 2017: L’NBA annuncia che l’All-Star Game cambierà a partire dall’edizione del 2018. Non ci sarà più la tradizionale divisione fra giocatori dell’Eastern e della Western Conference, ma due capitani sceglieranno i giocatori selezionati all’All-Star Game tramite un fantasy Draft.

Precedente1 di 4
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in All Star Game