Seguici su

Curiosità

NBA, Carmelo Anthony nominato giocatore della settimana

Carmelo Anthony è stato premiato per le ottime prestazioni in maglia Blazers

Carmelo Anthony

Melo è tornato.

Dopo oltre un anno fermo non ci poteva essere esordio migliore per il neo acquisto dei Blazers. Carmelo Anthony infatti, da quando si è trasferito in Oregon, sta facendo registrare 18 punti e 6 rimbalzi di media ma, soprattutto, efficienza al tiro.

Le prestazioni si sono rivelate fondamentali per la squadra di Portland, che con l’aiuto di Melo pare essere riuscita a lasciarsi alle spalle infortuni e crisi di risultati. La lega ha così deciso di premiarlo con la nomina a miglior giocatore della settimana della Western Conference. Nell’ultima settimana Anthony ha realizzato 22.3 punti di media a partita con 7.7 rimbalzi tirando con il 57.4% dal campo. Il record di Portland è stato di 3-0.

Il premio è un riconoscimento non solo per le prestazioni personali, ma anche per l’impatto avuto sulla squadra di Lillard & Co.

La nuova vita del 10 volte All-Star si sta infatti rivelando proficua per entrambe le parti: Carmelo, che è potuto tornare sul parquet dopo oltre un anno senza squadra e i Blazers che possono tornare ad ambire ai play off, dopo un inizio di stagione critico. Dopo le finali di Conference dello scorso campionato, chi si aspettava una squadra arrivata finalmente a maturazione si è dovuto ricredere. Lo stravolgimento del roster in estate ha probabilmente inciso troppo a livello di spogliatoio. Le due stelle Lillard e McCollum hanno visto andare via molti dei pretoriani degli ultimi anni, dovendo ripartire con una squadra molto più giovane.

L’inserimento di Anthony ha potuto invece riportare qualità ed esperienza nel roster rosso-bianco-nero.

Un riconoscimento, quello ottenuto, che in altri anni avrebbe fatto sorridere l’ex stella di Denver e Knicks, ma che oggi ha il sapore di una rivincita. L’assenza di Anthony nella lega infatti aveva suscitato molto scalpore, ma nessuna squadra aveva fatto sul serio per metterlo sotto contratto. Poi l’offerta dei Blazers, fuori dai grandi mercati di città come Los Angeles o New York, ma che vantano una delle tifoserie più calde e appassionate del panorama NBA.

Carmelo Anthony ha saputo cogliere l’occasione, ripagando la fiducia con prestazioni piene di qualità ma anche maturità, quella che ha rischiato di lasciare indietro uno dei giocatori più forti del nuovo millennio.

 

LEGGI ANCHE:

10 cose che (forse) non sapete su Carmelo Anthony

NBA, Le prime parole di Carmelo Anthony con la maglia di Portland

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità