Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: Doncic firma una storica tripla doppia, la premiata ditta Harden-Westbrook batte i Blazers. Timberwolves corsari a Salt Lake City, ok Raptors, Bucks e Clippers

Tripla doppia, con tanto di step back finale, per Luka Doncic, che diventa il secondo più giovane della storia a siglarne una da almeno 40 punti. Ordinaria amministrazione per i Bucks, solide vittorie esterne per Celtics e Timberwolves. Harden “stecca” ma i Rockets vincono, mentre a Los Angeles Paul George punisce i “suoi” Thunder con la tripla che consegna la vittoria ai Clippers

risultati nba

Cleveland Cavaliers 105 – 123 New York Knicks

Vittoria casalinga per i Knicks, che al Madison Square Garden regolano i Cavs senza mai andare sotto nel punteggio e prendendosi la rivincita per la sconfitta a domicilio incassata lo scorso 10 novembre proprio per mano della truppa di coach Beilein. Ospiti che, privi di Kevin Love per la prima volta in stagione e con Larry Nance Jr. alle prese con una distorsione al pollice destro,  non sono mai riusciti a rendersi realmente pericolosi e a candidarsi alla vittoria, con i più esperti padroni di casa che hanno messo in cascina la doppia cifra di vantaggio già nel corso del primo quarto, conclusosi sul punteggio di 32-20. Nel corso della seconda frazione, poi, Sexton e compagni hanno tentato di rifarsi sotto portandosi a -5, ma un parziale di 24-8 fatto registrare dai Knicks ha spazzato via ogni dubbio sulla vittoria finale con largo anticipo. A fare la voce grossa per la truppa di coach Fizdale ci ha pensato Julius Randle, che ha chiuso con 30 punti, 7 rimbalzi e 4 assist in 31 minuti di gioco; dall’altra parte, si segnalano invece i 18 punti realizzati dal rookie Kevin Porter Jr.

 

Indiana Pacers 115 – 86 Brooklyn Nets

Sconfitta rovinosa per i Nets di coach Atkinson, che tra le mura amiche del Barclays Center crollano di fronte ai Pacers, che si aggiudicano una preziosa vittoria in trasferta con quasi 30 punti di scarto. Riflettori puntati sul più giovane di casa Holiday, Aaron, che complice la seconda assenza consecutiva di Malcolm Brogdon, ha potuto far registrare il career-high da 24 punti e 13 assist. A dispetto del punteggio, la prima frazione di gioco ha visto Indiana faticare più del previsto in fase realizzativa, con il quarto che si è chiuso in perfetta parità sul punteggio di 18-18. E’ stato poi nel secondo periodo che l’assenza di Kyrie Irving, alle prese con un problema alla spalla, si è fatta maggiormente sentire: senza il peso offensivo di Uncle Drew, i padroni di casa non sono stati in grado di rispondere alla furia degli avversari, capaci di arrivare all’intervallo lungo con ben 24 punti di vantaggio racimolati nel giro di 12 minuti. A nulla sono valsi poi i timidi segnali di reazione intravisti nel terzo quarto, con gli ospiti che hanno saputo gestire il risultato senza mai perdere il controllo del match.

Oltre al già citato Holiday, in casa Pacers si segnalano la doppia doppia da 16 punti e 18 rimbalzi di Domantas Sabonis e i 20 punti realizzati dall’altro Holiday, Justin, mentre tra i padroni di casa l’unico a salvarsi è Spencer Dinwiddie, che chiude con 28 punti e 8 assist.

Charlotte Hornets 96 – 132 Toronto Raptors

Altra partita senza storia, andata in scena questa volta al di là del confine americano, dove i Raptors si sono imposti sui malcapitati Hornets grazie anche al career-high da 24 punti fatto registrare da OG Anunoby. A dirla tutta, a dispetto di quanto il punteggio finale potesse far credere, la prima metà di gara ha visto le due squadre fronteggiarsi ad armi pari, con il tabellone che recitava 60-56 in favore dei padroni di casa. Nel terzo quarto Toronto ha poi cambiato marcia, evidenziare la differenza di talento ed esperienza tra i campioni in carica ed una delle franchigie storicamente meno competitive dell’intera lega. Con il passare dei minuti il vantaggio dei padroni di casa è aumentato progressivamente, fino a diventare incolmabile nel corso dell’ultima frazione di gioco, nel corso della quale un 6 su 7 dal campo di un Anunoby decisamente ispirato ha virtualmente chiuso i conti. Anunoby è poi dovuto uscire dal campo dopo aver subito un colpo all’occhio da Nicolas Batum, appena due giorni dopo aver subito un infortunio simile per mano dell’ex compagno di squadra Leonard. Niente di grave per lui, che però per motivi precauzionali non ha più fatto ritorno sul parquet. Poco male, perchè a mettere in cassaforte il risultato ci aveva già pensato Pascal Siakam, autore di 20 punti e 8 rimbalzi. In casa Hornets, invece, segnaliamo i 14 punti in uscita dalla panchina realizzati da Marvin Williams, miglior realizzatore dei suoi in una serata da archiviare il più in fretta possibile.

Precedente1 di 3
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA