Seguici su

Houston Rockets

NBA, Morey si corregge: “Non volevo offendere la Cina”

La Lega non intraprenderà alcun provvedimento contro il manager dei Rockets

Daryl Morey

Ormai il caso è scoppiato: Daryl Morey, General Manager degli Houston Rockets, con il suo tweet a favore di Hong Kong e, implicitamente, contro la Cina, ha sostanzialmente raffreddato i rapporti tra il paese asiatico e la NBA. La Lega negli ultimi tempi sta cercando di penetrare sempre di più nel paese cinese che rappresenta, per gli americani, un mercato dal potenziale infinito. Ecco perché negli scorsi giorni le risposte di Fertitta (presidente Houston, ndr) e NBA non sono tardate ad arrivare.

Anche Morey ha provato a correggersi con una dichiarazione pubblicata sul suo account Twitter:

“Non volevo che il mio tweet offendesse in alcun modo i fan dei Rockets e della Cina in generale. Stavo solo esprimendo un pensiero, basato su un’interpretazione, di un evento complicato. Dopo quel tweet ho avuto modo di ascoltare altre opinioni e considerare il tutto da altre prospettive. Ho sempre apprezzato il significativo supporto dei nostri tifosi cinesi e degli sponsor. Voglio dire che non volevo offendere nessuno e non era mia intenzione di rendere infelice la gente con le mie azioni. Aggiungo poi che i miei tweet sono pensieri miei personali e in nessun modo rappresentano i Rockets o la NBA”.

La NBA, per parola del Chief Communications Officer Mike Bass, ha dichiarato comunque di non voler intraprendere alcuna azione disciplinare contro il dirigente dei Rockets:

“Riconosciamo che le opinioni espresse dal direttore generale di Houston Rockets Daryl Morey hanno offeso profondamente molti dei nostri amici e fan in Cina, il che è deplorevole. Mentre Daryl ha chiarito che il suo tweet non rappresenta i Rockets o l’NBA, noi vogliamo dire che i valori della Lega supportano le persone che si educano e condividono le loro opinioni su questioni importanti per loro. Abbiamo un grande rispetto per la storia e la cultura della Cina e spero che lo sport e l’NBA possano essere usati come forza unificante per colmare le divisioni culturali e unire le persone “.

 

LEGGI ANCHE:

10 giocatori pronti ad esplodere nella stagione NBA 2019-20

NBA, perché Morey non può affrontare temi politici

I 10 migliori giocatori NBA secondo ESPN

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets