Seguici su

Houston Rockets

Le parole di Russell Westbrook al Media Day con Houston

Il playmaker neo arrivato in Texas ha voluto lanciare un messaggio chiaro a tutta la Lega

harden westbrook

Se c’è una squadra convinta dei propri mezzi quella è Houston. L’estate ha portato in dote alla squadra texana un giocatore come Russell Westbrook. Un tassello importante alla corte di James Harden che ha vissuto un ultimo anno difficile dopo le numerose tensioni con Chris Paul culminate con diversi litigi durante gli scorsi playoff. Ora la compagine guidata da coach Mike D’Antoni sembra avere la testa libera e un obiettivo chiaro, come già anticipato da Harden, ossia il titolo NBA.

Westbrook durante il media day con Houston non si è certo tirato indietro dichiarando che quest’anno per la lotta al premio finale ci saranno anche loro:

“Io e Harden assieme? Sarà da far paura. Non per noi, agli altri. È tutto quel che posso dire per ora. Faremo paura. Mi sento come se fossi capitato nel posto giusto. Sarò prontissimo per l’opening night. L’espressione prossima domanda? Eliminata dal mio repertorio di risposte. Questo è un nuovo capitolo della mia vita.”

Poi a chi gli chiede come penserà di poter gestire il fatto di dover dividere il pallone con Harden, Russell prova a difendersi così:

“Non devo necessariamente avere la palla in mano per impattare sulla partita. Non devo per forza segnare, non devo per forza fare cose. Posso difendere, posso andare a rimbalzo, posso guidare questa squadra. Il nostro obiettivo principale, su cui vogliamo focalizzarci maggiormente, è quello di vincere. Posso anche finire una partita senza segnare un punto, ma se vinciamo avrò raggiunto comunque il mio e il nostro obiettivo. Sono concentrato solo su questo. Quando capiterà di giocare insieme ad Harden, chiunque avrà la palla non importerà. Non devo provare di poter segnare 30 punti. L’ho già dimostrato in passato. Non devo provare di poter distribuire 10 assist a partita. L’ho già fatto in passato. Non devo provare di poter catturare 10,11 rimbalzi. L’ho già realizzato in passato. Il mio obiettivo è vincere un titolo, qualsiasi cosa serva per arrivare all’anello la farò. Potete contarci”.

 

LEGGI ANCHE:

James Harden vuole il titolo NBA: “Se non lo vinciamo sarà colpa mia”

NBA, LeBron James parla durante il Media Day dei Lakers

NBA, Kyrie Irving spiega perché ha lasciato i Boston Celtics

I 10 migliori giocatori NBA secondo ESPN

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets