Seguici su

News NBA

NBA, coach Kerr: “La trade di Davis è un danno per l’NBA”

L’allenatore dei Golden State Warriors ha parlato ai microfoni di NBC Sports

steve kerr

Coach Steve Kerr sembra non aver digerito il modo in cui è avvenuta una delle trade più importanti dell’estate, cioè quella che ha portato Anthony Davis ai Los Angeles Lakers. Secondo l’allenatore 5 volte campione NBA da giocatore, l’ex ala dei Pelicans è colpevole di aver assunto un atteggiamento un po’ troppo altezzoso nel momento in cui ha cambiato agente. Davis, infatti, ha lasciato Thad Foucher per accostarsi a Rich Paul (agente di LeBron James, ndr), il quale ha iniziato a sventolare pubblicamente la volontà del suo assistito di cambiare aria. Tutto ciò è accaduto nel bel mezzo della scorsa stagione, con il conseguente logoramento dei rapporti tra il giocatore e la società.

Queste le parole di Kerr ai microfoni di NBC Sports:

“Vorrei parlare della situazione riguardante Anthony Davis, cioè di un giocatore perfettamente in salute e con ancora un paio d’anni rimasti nel suo contratto che dice di voler andare via. Questo è un problema su cui la lega deve concentrarsi ed a cui i giocatori devono prestare molta attenzione. Quando metti la firma sulla linea tratteggiata, devi il tuo sforzo ed il tuo gioco a quella squadra, a quella città, a quei tifosi. E [quando termina il contratto] sei libero di diventare free agent. Se firmi il contratto, dovresti vincolarti a quel contratto.”

Inoltre ha aggiunto:

“Il caso Davis è stato innovativo, ma fortunatamente non è una tendenza perché sarebbe dannoso per la lega.”

Infine, coach Kerr ha voluto punzecchiare la trade esprimendo il suo parere su altre firme, come quella di Kevin Durant:

“C’è un modo per muoversi e, un modo per non farlo. Ad esempio, LeBron ha rispettato il suo contratto. Ed è quello che ha fatto anche Durant, sia quando è arrivato e sia quando ha lasciato Golden State. Firmi un contratto, lo rispetti fino al termine e poi vai avanti. Così dovrebbero andare le cose.”

 

LEGGI ANCHE:

NBA, Steve Ballmer lancia i Clippers: “Vogliamo il titolo NBA”

NBA, Leonard votato come miglior giocatore della lega

Mercato NBA, Korkmaz firma nuovamente con i 76ers

5 Commenti

5 Comments

  1. karoo

    25/07/2019 00:13

    non ha affatto tutti i torti, anche se un giocatore sceglie sempre di fare il meglio per sé e non deve e non può curarsi della lega. Se si vuole porre rimedio, ci pensi Silver.

  2. Matteo

    25/07/2019 09:05

    Quindi Kerr preferirebbe tenersi un giocatore scontento per poi perderlo a zero a fine contratto?? Punti di vista. Secondo me sta solo rosicando perché sa che quest’anno non ce ne sarà per nessuno.

    • Andrea

      25/07/2019 10:37

      Perché una squadra può scambiare un giocatore quando gli pare ed è solo business, se invece lo chiede un giocatore è un problema enorme!?

  3. Gilberto

    26/07/2019 09:59

    Se stava zitto faceva più bella figura questo giro un danno per l nba è stata la gestione infortuni di gsw l anno scorso

  4. Cesare

    26/07/2019 10:40

    Come se Davis fosse stato il primo a farlo!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA