Seguici su

Philadelphia 76ers

Kawhi Leonard è illegale e Toronto pareggia la serie a Philadelphia!

I canadesi pareggiano la serie dopo una partita combattuta fino agli ultimi istanti: l’eroe della serata è il solito Leonard con 39 punti.

leonard phila

Gara 4 si gioca a Philadelphia con i 76ers in vantaggio sul 2-1 nella serie, per Toronto si tratta di una partita già fondamentale per non sprofondare negli incubi dell’ennesima eliminazione in post-season, per i padroni di casa si tratta del “process” in continua evoluzione, con il mirino puntato sulla finale di conference.

 

Philadelphia 76ers-Toronto Raptors 101-96 – (Serie in parità sul 2-2)

 

Primo quarto

I primi minuti di gara-4 vedono i Toronto Raptors guidare il match con un Kyle Lowry finalmente “in campo” mentalmente dopo aver deluso durante le prime tre uscite della serie. E’ suo, infatti, il primo canestro dal campo per i canadesi, seguito da una tripla sempre del play che porta il punteggio sul 4-7 e soprattutto costringe coach Brown al primo timeout. Dal minuto di riposo escono perfettamente rigenerati i padroni di casa che sfruttano la precisione di JJ Redick (e le triple errate di Siakam dall’altra parte) per riacciuffare il vantaggio del match, ma Toronto non ci sta e sull’asse Leonard-Lowry torna a macinare canestri e punti.

La difesa dei ragazzi di coach Nurse produce dividendi e permette molto spesso a Toronto di produrre azioni in transizione che mettono in difficoltà Phila, tanto da portarsi sul 11-21 poco oltre il metà quarto. Embiid e compagni si rimettono in carreggiata andandosi a guadagnare tiri liberi importanti oltre a segnare (finalmente) qualche canestro in più dal campo, chiudendo il primo quarto in svantaggio sul 21-24. Un affare per Phila considerando il 33% di squadra.

 

Secondo quarto

E’ Marco Gasol il protagonista dei primi minuti del secondo periodo: sono suoi i 5 punti (gancio e tripla aperta) che danno respiro ai Toronto Raptors che provano a scappare sul 25-31. Come nei primi 12 minuti della partita il copione è sempre lo stesso ed è qui che tornano in gioco i 76ers, ovvero con le triple di Redick e l’energia di Embiid&Butler, fino a portarsi sul -1 (30-31) a 7:30 minuti dal termine. Gli errori dal campo la fanno da padrona in una partita estremamente tesa e giocata sugli errori degli avversarsi, Toronto sbaglia molto dalla lunga distanza mentre Phila fa fatica a costruire azioni offensive che possano permettere alle proprie superstar di prendere tiri “puliti”, mantenendo costantemente lo svantaggio sugli avversari.

Negli ultimi 120 secondi del quarto si scatena Embiid che con due stoppate consecutive su Ibaka manda un segnale ad avversari e compagni, ma non a Kawhi Leonard (17 punti e 10 rimbalzi fino a questo momento) che continua a dominare l’area offensiva ed a guidare Toronto nonostante i tanti errori. E’ così che si chiude il primo tempo: 45-47 per i canadesi.

 

Terzo quarto

Secondo tempo che inizia con Philadelphia aggressiva con il jumper di Redick a cui segue la bomba di Kawhi Leonard. In questo inizio però sono i padroni di casa che sembrano avere più energie e in un amen arrivano le triple di Harris e Jimmy Butler che spingono Phila avanti. La risposta di Toronto è di Kyle Lowry che segna il jumper per il 60-54 a favore dei 76ers a 7 minuti dal termine del quarto. Poi è show tra Leonard e Butler i quali danno vita a un bel botta e risposta fino al controsorpasso di Toronto in contropiede con 4’15” sul cronometro e il risultato di 65-66. È timeout Philadelphia. All’uscita dal minuto di sospensione James Ennis III colpisce da dietro l’arco,  pareggia i conti dalla media il solito Leonard.

https://twitter.com/Raptors/status/1125149894572793856

I padroni di casa mettono in scena anche Embiid e Ben Simmons che firmano il momentaneo +4 e punteggio sul 72-68. Dall’altra parte, manco a dirlo, arriva ancora una tripla di Leonard per il 31esimo punto personale della serata. E il terzo quarto finisce 75-75.

 

Quarto quarto

Gli ultimi 12 minuti cominciano con Philadelphia che si porta avanti grazie ai liberi di Embiid e Butler. I Raptors si chiamano presenti e vanno a segno con Lowry. I 76ers però sembrano essere sotto controllo e rispondono con una bella bomba di Redick. Anche i canadesi non hanno alcuna intenzione di mollare e con Siakam pareggiano i conti sull’81-81 con una bella schiacciata a 9’46” dalla fine del match. Timeout Philadelphia. Jimmy Butler pesca un jolly al termine dei 24 secondi con una tripla di tabella.

Gli ospiti rispondono con una tripla pesantissima di Marc Gasol su assist al bacio di Leonard. Sale la tensione e avvicendano le palle perse e i falli.

https://twitter.com/NBAItalia/status/1125155132054761472

Toronto segna un tiro libero con Kawhi e si porta avanti 85-84 a 6 minuti dalla fine e Brett Brown ferma tutto chiamando un timeout per rimettere ordine nella testa dei suoi. All’uscita i padroni di casa non riescono effettivamente a cambiare ritmo offensivo e i Raptors ne approfittano per andare ancora una volta a segno, stavolta dalla media con Serge Ibaka per il +3. Embiid mette a segno un libero dopo qualche difficoltà dalla linea della carità (5/9 fino a questo momento). Timeout Toronto. Nell’azione successiva arrivano il 33 e 34esimo punto della serata per Leonard dalla media. Dall’altra parte arrivano 2 punti per Jimmy Butler con 2’30” sul cronometro a cui segue una tripla di Redick: 91-90 a favore di Toronto e nuovo timeout Raptors. Bomba pazzesca di Leonard allo scadere dei 24 secondi con 1 minuto sul cronometro per il 94-90.

La reazione di Phila è affidata a Harris il quale fallisce il tentativo da dietro l’arco e Toronto conquista il rimbalzo con Green che subisce un fallo: sono due tiri liberi per lui. I 76ers sbagliano ancora e la partita si finisce con la vittoria dei Raptors con il punteggio di 101-96. Kawhi Leonard chiude il match con una doppia doppia pesantissima da 39 punti + 14 rimbalzi + 5 assist. Per Philadelphia a nulla sono serviti i 29 di Butler. La serie è ora sul 2-2.

 

I 39 punti di Kawhi Leonard

 

LEGGI ANCHE:

NBA, Kevin Durant e i traguardi personali di Gara 3

Le dieci curiosità più strane e inspiegabili della NBA

NBA, Stephen Curry commenta l’errore degli ultimi secondi

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Philadelphia 76ers