Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Draymond Green rasserena il clima dopo gara-2

Dopo le polemiche in gara-1 dovute alla direzione di gara, l’ala grande dei Golden State Warriors ha parlato ai microfoni esprimendosi positivamente su come le due squadre si sono affrontate all’Oracle Arena

I playoff NBA sono sempre carichi di spettacolo e di tensione, dentro e fuori dal rettangolo di gioco. A maggior ragione se si tratta delle semifinali di conference. La prima sfida tra Warriors e Rockets ha sicuramente lasciato dell’amaro in bocca ai texani che sono stati battuti sul parquet di casa e, secondo il loro parere, anche derubati. Infatti a prendere la scena del post partita sono state le polemiche riguardo la direzione di gara, colpevole di non aver assegnato ai Rockets numerosi falli evidenti. L’unico episodio dubbio è l’ultimo tiro di Harden, che avrebbe potuto portare il match in parità a pochi secondi dalla fine, che è stato dirottato da Draymond Green toccando il Barba mentre era ancora in aria. Secondo gli arbitri è stato il numero 13 dei Rockets ad avanzare di quasi un metro nell’atto di tiro e a provocare il contatto, mentre Green non è entrato nello spazio di atterraggio dell’avversario. E l’ala grande dei Warriors non ha dimenticato di rispondere verbalmente nel post partita: “Non mi sembrava un fischio da dover fare. Se atterri un metro più avanti rispetto a dove tiri, non è davvero affar mio”.

Green si è espresso nuovamente ai microfoni nel post partita: non per gettare benzina sul fuoco ma per fare i complimenti ad entrambe le squadre per l’atteggiamento mostrato nel corso di gara-2Loro non si sono lamentati e noi nemmeno, perché parlare solo di falli ed arbitraggio è imbarazzante per una partita di basket. Negli ultimi due giorni nessuno ha parlato di schemi, solo di falli. Stasera tutti e due i team si sono concentrati sul giocare la partita al massimo delle proprie abilità e questo va apprezzato, perché tutte e due le squadre lo hanno fatto.” Parole con cui il numero 23 dei Warrios ha tentato di smorzare le polemiche. Inoltre ha aggiunto: “È stata una bella partita. Loro ci hanno permesso di mostrare la nostra fisicità, ma anche noi lo abbiamo permesso. Hanno reclamato solo quando c’era bisogno di farlo. È stato deprimente vedere che negli ultimi due giorni si è parlato solo di falli e non di basket.” 

Gara-3 si giocherà sabato al Toyota Center, con la speranza che si parli solo di basket e non di polemiche sui fischietti.

LEGGI ANCHE:

NBA, Biyombo operato al ginocchio sinistro

NBA Playoff, gli Warriors battono ancora i Rockets: reazioni e commenti da Gara 2

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors