Seguici su

News NBA

NBA, Westbrook: “Capisco i fischi da parte dei tifosi avversari, lo farei anche io”

Il numero 0 di OKC risponde così ai boo ricevuti dai tifosi di Portland durante la partita della notte

Che Russell Westbrook fosse un giocatore poco apprezzato dalle tifoserie rivali già lo sapevamo, ma il trattamento che il play dei Thunder ha ricevuto al Moda Center di Portland dopo un contatto con Jusuf Nurkic ne è ulteriore prova.

Verso la fine del secondo quarto di gioco tra Thunder e Blazers infatti, Westbrook avrebbe spinto malamente il centro avversario che, cadendo ed evidenziando agli arbitri il comportamento falloso del rivale, ha colto così l’occasione di guadagnare un flagrant foul per la sua squadra.

Naturalmente, l’episodio ha creato subito un clima di tensione tra i tifosi, che per tutta la restante durata del match hanno fischiato il numero 0 dei Thunder ogni qualvolta avesse la palla in mano:

“[Questo comportamento da parte dei tifosi] non m’importa. Per me non cambia niente anzi, anche io lo farei se fossi nei panni dei miei avversari.”

Questo il commento da parte di Westbrook nel post partita, vinta da OKC 129-121 grazie soprattutto ai suoi 37 punti a referto e al suo solito, irrefrenabile spirito agonistico.

 

Leggi anche:

NBA, Nurkic parla dell’espulsione contro i Thunder

NBA, Vince Carter pronto a giocare un’altra stagione

Tornare a volare – Danilo Gallinari

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA