Seguici su

Minnesota Timberwolves

NBA, coach Thibs elogia Derrick Rose

In un’intervista, coach Tom Thibodeau ha elogiato Derrick Rose, suo giocatore sia agli Chicago Bulls che ai Minnesota Timberwolves

derrick rose

Tom Thibodeau, coach e President of Basketball Operations dei Minnesota Timberwolves, è il fan numero 1 di Derrick Rose.

Thibs aveva già allenato il suo pupillo dal 2010 al 2015 agli Chicago Bulls e i due si sono riuniti, poi, lo scorso marzo, quando il giocatore ha firmato proprio con i T’Wolves.

In un’intervista per Jace Frederick del Pioneer Press, infatti, l’allenatore ha elogiato Rose, spigando:

“Finchè sarà sano, (Rose) sarà uno dei migliori giocatori nella lega.”

E ha poi aggiunto:

“Penso che le persone lo sottovalutino. È un ragazzo veramente umile. È davvero unico. Ci sono state molte serate quando era MVP, in cui lui faceva moltissimi punti ma era sempre il più felice quando vincevamo e quando la squadra giocava bene.”

Nelle 3 partite iniziali di questa stagione, l’ex MVP ha ottenuto 16.0 punti (28 contro i Dallas Mavericks sabato notte), 5.0 assist e 4.3 rimbalzi di media a partita. Ha, inoltre, giocato 28.7 minuti a partita, in uscita dalla panchina come cambio di Jeff Teague (32.3 minuti di media).

Nonostante i grossi miglioramenti ottenuti rispetto allo scorso anno, Rose non ha aiutato ad aprire il campo ai compagni come, invece, ha fatto Teague a causa di un triste 25% dalla lunga distanza (contro il 50% da 3 del compagno titolare).

Aver ritrovato il suo pupillo con numeri più solidi rispetto a quelli delle ultime stagioni, quindi, non può che aver fatto felice coach Thibodeau. Quest’ultimo, inoltre, ha la possibilità di sfruttare Rose e Teague insieme sul parquet rendendo l’attacco della squadra incredibilmente efficace (nei 43 minuti in cui i 2 sono stati entrambi in campo, l’offensive rating della squadra da 119.8 è schizzato addirittura a 129.8).

In un’intervista per Jerry Zgoda dello Star Tribune, comunque, Rose ha spiegato di accettare il proprio ruolo in uscita dalla panchina.

“Il nostro lavoro è quello di arrivare e giocare con energia. Il mio lavoro quando entro è, ogni volta che prendo (la palla), attaccare e cercare un compagno libero. Assicurarmi che ci sia la giusta intensità.”

 

Leggi anche:

NBA, Rose sulla sua carriera: “Molti si sarebbero ritirati”

NBA, Towns si sfoga per le brutte sconfitte dei Timberwolves

Minnesota Timberwolves Preview: The Butler’s Dilemma

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Minnesota Timberwolves