Seguici su

L.A. Lakers

NBA, LaVar Ball su LeBron James e Kevin Durant

LaVar Ball è tornato e le sue “vittime” in questi giorni sono state LeBron James (e il suo possibile arrivo ai Los Angeles Lakers) e Kevin Durant (troppo “scarso” per il BBB)

Dopo un periodo di tranquillità per LaVar Ball, negli ultimi giorni è tornato a farsi sentire. Ha parlato, infatti, di LeBron James e Kevin Durant, sicuramente i due free agent più interessanti e richiesti di quest’estate.

Per quanto riguarda il primo, il capofamiglia dei Ball crede che possa ancora migliorare.

Come riporta Lakers Nation, infatti, LaVar avrebbe dichiarato che, se James dovesse firmare con i Los Angeles Lakers in estate, con Lonzo accanto giocherebbe ad un altro livello. Secondo il 50enne, il figlio avrebbe aiutato i compagni Kyle Kuzma, Brandon Ingram e Julius Randle a fare progressi nel corso dell’ultima stagione.

È difficile pensare, però, che LeBron James, 3 volte campione NBA, 3 volte MVP delle Finals, 4 della stagione regolare e 14 volte All-Star, dopo una delle migliori stagioni in carriera a 33 anni e le ottave finali consecutive raggiunte, possa ancora migliorare.

Nella stagione 2017-18, la sua 15esima nella lega, infatti, ha ottenuto delle medie incredibili: 27.5 punti, 9.1 assist e 8.6 rimbalzi, in 82 partite di regular season (prima volta in carriera senza saltare nessuna gara). Ancora più incredibile, poi, è stato nei playoff, con 34.0 punti, 9.1 rimbalzi e 9.0 assist in 41.9 minuti a partita.

Dall’altra parte, invece, Lonzo Ball ha ottenuto 10.2 punti con un triste 36% dal campo, ma con 7.2 assist e 6.9 rimbalzi. Proprio grazie alla sua grande abilità di passatore, il 20enne ha aiutato, come ha detto anche LaVar, i compagni a trovare continuità in attacco (Kuzma, Ingram e Randle quest’anno hanno ottenuto 16.1 punti di media, career-high per tutti e 3).

I Lakers non raggiungono i playoff dalla stagione 2012-13, ma l’arrivo di LeBron James potrebbe davvero stravolgere la situazione, anche senza l’ “aiuto” di Lonzo.

Tra le altre squadre in corsa per la firma del Re si trovano in pole position gli Houston Rockets, i Philadelphia 76ers e i suoi Cleveland Cavaliers.

Parlando di KD, invece, LaVar e il figlio LiAngelo nelle scorse settimane sono stati ospiti a diversi show televisivi. In particolare, durante una puntata di Undisputed di Skip Bayless and Shannon Sharpe, ai due è stato chiesto un commento riguardo alla possibilità che Kevin Durant firmi con il Big Baller Brand. E la risposta di LaVar è stata:

Non è abbastanza forte.”

Leggi anche:

NBA, LeBron James sarà il produttore di “Student Athlete”, documentario di HBO

NBA, Durant su LeBron: “Facile essere il migliore quando hai giocatori scarsi in squadra”

Gary Payton svela: “Il figlio di LeBron è stato iscritto in una scuola di Los Angeles”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.