Seguici su

Curiosità

La NBPA lancia il nuovo programma per la salute e il benessere mentale

Dopo le dichiarazioni di diversi giocatori NBA, la NBPA ha finalmente lanciato il suo nuovo programma per la salute e il benessere mentale dei giocatori

La NBPA (Associazione nazionale dei giocatori di basket) è finalmente lieta di poter annunciare il lancio di un nuovo programma per la salute e il benessere mentale dei giocatori.

Il programma avrà lo scopo principale di rappresentare una risorsa a disposizione di tutti i membri della NBPA, assistendo i giocatori attraverso una vasta gamma di esercizi volti al miglioramento del benessere mentale. Il lancio di questo programma rappresenta un motivo di particolare orgoglio per la NBPA perché il programma è frutto esclusivamente di questa associazione, il cui quartier generale a sede a Los Angeles. Keyon Dooling, che esercita dal gennaio 2018 il ruolo di consigliere all’interno della NBPA, verrà presto raggiunto da un un direttore specializzato in mantenimento del benessere mentale. Dooling ha espresso tutto il suo entusiasmo per questa iniziativa con queste parole:

Sono davvero emozionato di essere parte di questo nuovo programma lanciato dalla NBPA. Il mio obbiettivo è quello di aiutare i giocatori a seconda dei loro bisogni e di continuare a normalizzare il dialogo sulla salute mentale all’interno della NBA.

Il direttore esecutivo della NBPA, Michele Roberts, ha rilasciato un’intervista a ESPN in cui affronta il tema del benessere mentale riferendosi ai numerosi casi scoppiati in questa stagione:

Negli ultimi mesi, diversi dei nostri giocatori hanno dichiarato apertamente di soffrire per dei conflitti interni irrisolti. I loro racconti sono stati fondamentali per ricordarci che ognuno di noi può vivere momenti in cui si trova ad affrontare problemi di salute mentale, anche degli atleti professionisti. Questa è una sfera che non può più essere ignorata. In qualità di associazione per i giocatori, è nostro compito fornire ai giocatori le risorse per mantenere un’adeguata forma fisica e mentale. Abbiamo deciso di comune accordo di rendere la salute mentale una priorità da questo momento in avanti.”

 

Leggi anche:

NBA, Patrick McCaw torna in campo a due mesi dal terribile infortunio: “È incredibile”

NBA, Steve Kerr: “Ci stiamo comportando come se Iguodala non fosse disponibile”

NBA, Rockets: sempre meno probabile la partecipazione di Chris Paul a Gara 7

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità