Seguici su

Boston Celtics

NBA, Marcus Morris avvisa i Cavs

Il giocatore dei Boston Celtics ha dichiarato che la squadra è pronta a lottare in Gara 4 e Cleveland non dominerà come ha fatto in Gara 3

Marcus Morris prepara il terreno per la gara di questa notte e da la carica ai suoi compagni di squadra. Nonostante i suoi soli 6 anni nella lega il prodotto dei Kansas Jayhawks risulta essere, insieme ad Al Horford, uno dei giocatori con più esperienza all’interno del roster dei Boston Celtics, e durante questi Playoff in diverse occasioni sta cercando di prendersi le sue responsabilità.

Subito dopo Gara 3 aveva affermato di aver fatto un pessimo lavoro in difesa su Lebron James:

“Personalmente penso di aver difeso malissimo su LeBron James. Mi sono mosso malissimo sui blocchi, lasciandolo libero di agire. Non possiamo sostenere una partita in cui lui produce così tanto gioco, dovrò fare molto meglio.”

Anche l’attacco dovrà ritornare ai livelli delle prime due gare (39% dal campo e 27% da tre in Gara 3), cosa che in trasferta i Celtics non sono quasi mai riusciti a fare visto il record di 1-4 nelle partite lontane dal Garden di Boston.

“Al 100% non saremo quelli di sabato, abbiamo riguardato la partita e non rifaremo tutti gli errori che abbiamo fatto.”

Marcus Morris oltre all’ottima difesa su LeBron James, ha dato per ora anche un’ottimo apporto nella metà campo offensiva realizzando 14 punti di media nella serie con il 40% da tre punti.

Brad Stevens non ha voluto sentir parlare di rendimento in casa e rendimento in trasferta, si tratta solo di un alibi per lui:

“Negli 11 anni in cui ho allenato non avrò parlato più di 5 volte di differenza nel giocare in casa o in trasferta. Semplicemente non possiamo permetterci di giocare come in Gara 3, avremmo perso anche se fossimo stati a Boston.”

La sensazione è che al di là della marcatura su LeBron James e la sua produzione offensiva, i Boston Celtics debbano evitare le disattenzioni difensive che hanno permesso ai vari Smith, Hill e compagni di entrare all’interno della serie e tornare ad attaccare in maniera equilibrata, come predica il loro allenatore, muovendo la palla e palleggiando di meno; troppe le occasioni in Gara 3 in cui bianco-verdi si sono accontentati del primo tiro disponibile senza che nulla venisse costruito.

 

Leggi anche:

NBA, Kings e Hawks potrebbero non scegliere Doncic

NBA, Lue: “Non possiamo accontentarci di una sola vittoria”

Risultati NBA: Steph Curry demolisce i Rockets; Warriors avanti 2-1

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.