Seguici su

Houston Rockets

NBA, partita tesa tra Rockets e Jazz

Tecnici e flagrant foul in una partita che ha vissuto diversi momenti di tensione. Particolare poi l’allontanamento di CJ Paul, fratello di Chris, ordinato dall’arbitro James Williams

Dal punto di vista tecnico non è sicuramente stata una delle partite più godibili di questi Playoff, non per questo sono mancate giocate spettacolari e di intensità. Nonostante gli Houston Rockets siano sempre stati avanti nel punteggio, non sono mai riusciti a chiudere definitivamente la partita, con gli Utah Jazz che hanno provato in ogni modo a rimanere attaccati. L’importanza della posta in palio, con la possibilità di portarsi sul 3-1 e match point in campo, ha rischiato di giocare brutti scherzi ai giocatori di Mike D’Antoni, che in certe situazioni sono sembrati un po’ fuori le righe.

Dopo un primo quarto dominato, nel secondo i Jazz hanno riprovato a farsi sotto guidati da Donovan Mitchell, e il primo a dare un segno di nervosismo tra i texani è stato PJ Tucker che su un fly-By di Joe Ingles ha rifilato un colpo a mano aperta sul viso dell’australiano, rimediando un flagrant foul di tipo 1.

Dopo di lui è stato il turno di James Harden e Chris Paul che non hanno gradito diverse chiamate arbitrali che a loro dire avevamo permesso ai Jazz di riportarsi sotto fino al -5.

Nella ripresa con gli Houston Rockets che avevano ripreso il largo il malumore di Chris Paul non si è placato, in particolare verso uno dei tre arbitri James Williams.

A metà terzo quarto poi è successo anche un episodio alquanto particolare che ha visto protagonista lo stesso James Williams e Paul, non Chris però, ma il fratello CJ che sedeva a bordo campo vicino alla panchina di Houston. Secondo i due fratelli, è stato proprio l’arbitro a richiamare l’attenzione della security per far allontanare il Paul in borghese, dopo che quest’ultimo gli avrebbe indirizzato diverse frasi ingiuriose.

“So per certo che è stato lui, so come agisce. Inoltre sa benissimo chi sono perché arbitrava le mie partite quando giocavo a South Carolina Upstate.”

Sul momento L’ex Clippers è parso molto contrariato, ma con l’intervento dello staff dei Rockets il tutto si è ricomposto e CJ ha potuto riprendere il suo posto a bordocampo:

“Ho visto che lo stavano portando fuori e ho cercato di fermarli. Non ho giocato tante partite di Playoff, ma in tutte quelle che ho giocato lui è sempre stato presente, quindi era fuori discussione che lo portassero fuori.”

Alla fine Gli Houston Rockets sono riusciti a vincere la partita e portarsi 3-1 nella serie, ma le divergenze tra Paul e gli arbitri sono continuate con Williams che a 20″ dalla fine gli rifilato un fallo tecnico. Il Prodotto di Wake Forest ha festeggiato il suo 33esimo compleanno chiudendo la partita con 27 punti 12 rimbalzi e 6 assist.

Gara 5 sarà nella notte tra martedì e mercoledì con i Jazz che molto probabilmente dovranno fare a meno anche di Dante Exum che ha riscontrato un problema al bicipite femorale destro. Da verificare le condizioni di Ricky Rubio.

 

Leggi anche:

NBA, Raptors: Masai Ujiri multato 25K dalla NBA

NBA, Thaddeus Young: ” I Raptors stanno facendo passare i Cavs”

Eterno Manu Ginobili

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets