Seguici su

Indiana Pacers

NBA: Pacers in cerca di un’ala grande titolare

I Pacers non sono sicuri di avere Thaddeus Young a roster nel 2018-2019 e puntano ad allargare il ventaglio di soluzioni nel ruolo

Pacers

Gli Indiana Pacers sono stati una delle rivelazioni della stagione NBA 2017-2018. Da Victor Oladipo – favorito nella corsa al premio di Most Improved Player – a Myles Turner – ancora acerbo ma in rampa di lancio – passando per i solidi veterani Bojan Bogdanovic, Darren Collison e Thaddeus Young, buona parte del roster della squadra di Indianapolis ha reso al di sopra delle aspettative.

I Pacers, nonostante tutto, hanno perso al primo turno di Playoff contro i Cleveland Cavaliers, trascinati da un LeBron James eroico (e vittoriosi in Gara 7). Il team allenato da Nate McMillan vuole continuare a bruciare le tappe della propria tabella di marcia e per farlo punta a investire nel ruolo di ala grande, individuato dalla dirigenza come quello che necessita degli aggiustamenti più significativi.

Young o non Young?

I Pacers dovranno adattarsi a quanto deciderà Thaddeus Young a inizio off-season. La combo forward 30enne ha una player-option da 13 milioni di dollari per il 2018-2019, ma è probabile che non la eserciti, visto l’eccellente livello di gioco messo in mostra nei Playoff. Indiana – dovesse Young andarsene – cercherebbe sul mercato un’ala grande di livello almeno equivalente. Se viceversa l’ex Philly decidesse di restare, i Pacers punterebbero su un “4” con uno skillset complementare; con ogni probabilità uno specialista offensivo con buona mano dall’arco.

Il 22enne Domantas Sabonis, invece, è visto dal front office più come centro di riserva (o “titolare alternativo”, visto il minutaggio molto vicino a quello dello starter Myles Turner).

Alcuni candidati possibili per il ruolo di nuova power forward titolare o di backup (in base a quanto deciso da Young) dei Pacers: Luc Mbah a Moute, Michael Beasley, Ersan Ilyasova (tutti probabili free agent) Anche Carmelo Anthony, se Melo dovesse andarsene da OKC dopo un solo anno sfruttando la propria player-option. I Pacers, che per il resto non toccheranno i punti cardine del roster, puntano a centrare gli ultimi ritocchi prima di elevarsi al rango di effettiva contender a Est.

 

Leggi anche:

Oladipo: “Meritiamo rispetto”

Kawhi Leonard sempre più lontano da San Antonio?

Anthony polemico con lo staff tecnico dei Thunder

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Indiana Pacers