Seguici su

Mercato NBA 2020

NBA: i Timberwolves contano su Jimmy Butler per reclutare free agent “in saldo” durante l’off-season

I Timberwolves, sotto 3-1 contro i Rockets nel primo turno dei Playoff, vogliono crescere nel 2018-2019

Butler

I Minnesota Timberwolves hanno preso, ieri notte, una durissima batosta dagli Houston Rockets. La squadra del Barba, prima per record in regular season e in vantaggio per 3-1 sui T-Wolves giunti ottavi a Ovest, ha vinto 119-100 i Gara 4, a Minneapolis. Con 50 punti realizzati nel terzo quarto. Minnesota, che ha un piede fuori dai Playoff, sta già guardando al futuro.

Tutto intorno a Butler

I Timberwolves puntano a a costruire il team 2018-2019 attorno alla figura centrale di Jimmy Butler. La guardia-ala ex Bulls, arrivata nella off-season 2017, si è già appropriata del ruolo di leader e focus offensivo e difensivo di Minnie. Queste le cifre per la regular season 2017-2018: 22.2 punti, 5.3 rimbalzi, 4.9 assist e 2 rubate a partita, in 36.7 minuti di media. Nella serie contro i Rockets è arrivato un inevitabile calo (“solo” 17.8 punti a partita), dovuto in parte alla staffetta di esterni terribili che si stanno alternando in marcatura su Jimmy B (Trevor Ariza e PJ Tucker, in particolare) e in parte alle difficoltà riscontrate da focus offensivo unico e quasi “forzato” dei Timberwolves. Wiggins e Towns, infatti, stanno faticando tremendamente.

Andrew Wiggins è dato come possibile partente in estate. Towns è considerato il perno del futuro di Minnie. Butler, dal canto suo, sarà usato come “piede di porco” per smuovere le trattative più complesse in estate. I Timberwolves sono in zona luxury-tax e avranno vari casi scottanti aperti (oltre a Wiggins, anche Crawford, Rose e Bjelica). Lo staff della squadra vuole utilizzare il carisma di Butler per convincere i veterani presenti a roster a rifirmare a prezzo di saldo e qualche free agent di livello a unirsi alla causa senza farsi strapagare. Vedremo se i Timberwolves 2018-2019 saranno davvero più forti di quelli attuali. Intanto, domani notte, uno scatto d’orgoglio potrebbe valere il 2-3 nella serie coi Rockets; la stagione in corso, alla prova dei fatti, ancora non è terminata.

 

Leggi anche:

Clippers forti su Kawhi Leonard

Knicks, Porzingis fuori anche per tutto il 2018-2019?

Enes pronto a fare opt-out e in cerca di contrattone

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2020