Seguici su

Cleveland Cavaliers

Coach Lue lascia i Cavs per problemi di salute

Il suo allontanamento non è definitivo, ma è stata una decisione presa in accordo con lo staff medico e il GM Koby Altman. Per il momento il suo ruolo verrà occupato da Larry Drew

La situazione in casa Cavs si fa sempre più complicata in ottica Playoff: infatti dopo diverse settimane in cui a preoccupare la franchigia dell’Ohio non c’erano solo i risultati sportivi, ma anche la salute di coach Tyronn Lue, costretto per due volte in un mese ad abbandonare per un malore la sua squadra durante la partita, l’allenatore dei vicampioni NBA ha deciso per il momento di farsi da parte e lasciare la panchina.

La decisione è stata presa dopo un lungo colloquio con lo staff medico e il GM Koby Altman in cui entrambe le parti hanno convenuto di fare il meglio per i diretti interessati prendendo questa decisione.

“Ho bisogno di farmi da parte per un po’ dal mio ruolo di allenatore e concentrarmi sulla mia salute. Ho avuto forti dolori al petto e altri sintomi preoccupanti aggravati da una progressiva perdita di sonno durante tutto l’anno. Nonostante diversi test eseguiti ancora i medici non sono arrivati ad una conclusione su quale sia il problema. L’ultima cosa che voglio è che tutto questo incida sulla squadra e mi prendo questo periodo di pausa per cominciare un terapia di farmaci che mi era stato impossibile effettuare nel bel mezzo della stagione.”

Come riportato dai media, dallo stesso allenatore e confermato dalla dirigenza, questo non si tratterebbe di un allontanamento definitivo, ma solo di un periodo concesso all’allenatore per permettergli un processo di cure adeguato e poter tornare alla guida della squadra in vista dei Playoff:

“Il mio obiettivo è quello di tornare più forte e sano il prima possibile in modo da continuare a guidare questa squadra al titolo su cui tutti stiamo lavorando.”

In questo periodo di assenza a guidare la squadra di LeBron James in assenza di Tyronn Lue sarà l’associate head coach Larry Drew.

Lo stesso LeBron James è fortemente scosso dall’accaduto e ha fatto sapere quanto peserà l’assenza del proprio allenatore per tutto questo periodo:

“È come perdere il proprio miglior giocatore, il capitano della nostra nave, che ha fatto funzionare le cose in questi tre anni.”

IN AGGIORNAMENTO

 

Leggi anche:

Rocket e T-Wolves sfiorano la rissa, espulso Gerald Green

T-Wolves, Butler: “l’obiettivo è riuscire a tornare per i Playoff”

Gobert soddisfatto di questi Utah Jazz

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers