Seguici su

New York Knicks

I Knicks vogliono disfarsi di Noah

Il centro francese sembra solo l’ombra del giocatore ammirato a Chicago. Dopo la lite con Hornacek, Noah e New York rischiano di separarsi

Estate 2016. A New York arrivano, direttamente da Chicago, l’ex MVP Derrick Rose e l’ex Defensive Player of the Year Joakim Noah. Le speranze di ricomporre il fantastico duo che portò Chicago a essere fra le migliori squadre della lega svanisce però subito. Rose, in scadenza a fine stagione, firma con i Cavaliers di LeBron. E Noah?
Il suo contratto è di quelli pesanti, Phil Jackson ha voluto credere davvero in lui: 72 milioni nei 4 anni a seguire. Forse, dopo il tentativo di imporre l’attacco triangolo, uno degli errori più grandi della sua gestione.

I Knicks infatti si ritrovano ora con un giocatore di cui è rimasto solo il nome rispetto a quel fantastico difensore. Sospeso dalla lega per uso di sostanze stupefacenti, Noah non ha mai mostrato segni di ripresa. E le ultime notizie parlano di un alterco avuto con coach Hornacek durante un allenamento. La goccia che fa traboccare il vaso.

Voci d’oltreoceano danno i Knicks seriamente intenzionati a liberarsi di Noah. Sfortunatamente per loro, non sarà così facile. Noah ha ancora due anni del suo contrattone garantiti e cercare di imbastire una trade per liberarsene è praticamente impossibile: chi si accollerebbe un contratto così pesante di un quasi ex-giocatore?

L’unica strada realmente percorribile per New York sembra il taglio del giocatore. Questo nonostante il neo-GM Scott Perry abbia comunicato, a inizio anno, di non voler tagliare Noah, al fine di avere un veterano nello spogliatoio. Probabilmente dopo la lite con Hornacek la situazione è diventata insostenibile. Attraverso la stretch provision i Knicks potranno permettersi di tagliare Noah e, nonostante debbano comunque garantire il contratto, potranno spalmare la somma dovuta al francese su più anni, in modo da alleggerire il salary cap per singola stagione. (Un esempio di stretch provision è quella a Josh Smith, che graverà sul libro paga dei Detroit Pistons fino al 2019-2020 per circa $5 milioni).

Noah ha giocato solo 7 partite quest’anno a 5.7 minuti per partita, 1.7 pts e 2.0 reb.

 

Leggi anche:

Risultati NBA: the Greek sempre più Freak ed è forza quattro per i Bucks. I Celtics passano col brivido a Denver

Clamoroso: Blake Griffin ai Detroit Pistons!

Una settimana con NbaReligion.com | 29 gennaio 2018

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in New York Knicks