Seguici su

Miami Heat

NBA, Jimmy Butler porta gli Heat in finale di Conference: “Sono qui per una ragione”

Seconda finale in tre anni per Miami, Spoelstra: “Butler ha visto l’opportunità di chiudere la serie”

Miami Heat

Miami Heat centrano la seconda finale in tre anni della Eastern Conference: è Jimmy Butler che decide Gara 6 contro Philadelphia realizzando 32 punti. Gli Heat ora attendono la vincente tra Boston e Bucks per giocarsi l’accesso alle NBA Finals.

Jimmy Butler: “Nessuna vendetta contro i 76ers”

Una serie speciale per Jimmy Butler visto che ha affrontato la sua ex squadra. Una vittoria che, però, non è una vendetta per come sono andate le cose a Philadelphia, come spiega il 22 degli Heat a fine partita:

“È sempre speciale battere una ex squadra, ma questa non è una vendetta: amo molto questa città, ho tanti amici nello spogliatoio, Joel è mio fratello e quello che sceglierei come MVP: c’è stato un momento che ho pensato che sarei rimasto a lungo con Embiid, ma non è andata così. Semplicemente le cose a Philly non hanno funzionato, non mi lamento per questo. Ora sto a Miami e sono felicissimo” 

A Miami Jimmy Butler ha trovato la dimensione perfetta, dove allenatori e giocatori gli danno la possibilità di esprimersi al meglio. La corsa per il titolo è ancora lunga e non ha intenzione di fermarsi ora:

“Amo Miami e il gruppo che si è creato, sono qui per una ragione cavalcheremo l’onda del momento: dobbiamo prepararci alla prossima partita e continuare a farci largo in questa lega. Sono grato a Pat Riley e a coach Spoelstra per avermi permesso di essere quello che sono. Credono in me e io credo in loro: mi dissero di trovare un modo per portare la squadra in alto e l’ho trovato, ma non ci sarei riuscito senza i miei compagni di squadra. Questa è la nostra forza: ci fidiamo e, per questo, farò tutto ciò che è in mio potere per vincere” 

Erik Spoelstra: “L’unico obiettivo di Jimmy è vincere”

Grande soddisfazione per coach Erik Spoelstra che, nel post partita, elogia Jimmy Butler:

“Jimmy è uno dei migliori competitor del campionato, è un giocatore offensivo molto efficiente e un ragazzo che vuole vincere. Quello è il suo obiettivo principale, il resto non conta: per lui l’importante è fare di tutto per portare la squadra alla vittoria. Questa sera ha visto l’opportunità di chiudere la serie e l’ha fatto, questo ti dimostra la sua grandezza” 

Leggi anche:

NBA Playoff 2022: squadre qualificate, accoppiamenti, tabellone

NBA, Los Angeles Lakers: anche Charles Lee tra i candidati alla panchina

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat