Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Curry sulle nuove generazioni: “Amo dargli il benvenuto”

Il 30 degli Warriors è vicino al 34esimo compleanno e deve pensare anche ai giovanissimi

Warriors Joe Lacob

Il tempo vola per Stephen Curry che il prossimo 14 marzo compirà 34 anni. Tra i suoi compiti, ormai, si fa spazio anche quello di accogliere le nuove leve e di facilitare il loro ingresso nel mondo dei grandi. Nei suoi Warriors ci sono ben tre giovani sotto i venti anni: ragazzi che Curry deve prendere sotto la sua ala per fargli da padre sportivo.

Dopo l’ultima partita disputata con gli Houston Rockets, la point guard dei californiani ha parlato del suo rapporto con i giovani:

“Stavo scherzando su JK [Jonathan Kuminga], Moody, Jalen [Green], che hanno tutti la stessa età, dicendo che avevano 13, 14 anni quando vincemmo il nostro primo titolo. Essergli accanto è qualcosa di assurdo. Amo dare il benvenuto a loro e alle nuove generazioni, influenzarli e tutto il resto. Ma non passerò il testimone troppo presto.”

E finché continuerà a giocare gare come l’ultima, con 40 punti, rimane soltanto da credergli. Al momento, Stephen Curry ha ottenuto 47 presenze e viaggia a una media di 26.0 punti, 5.5 rimbalzi e 6.3 assist.

Leggi anche:

NBA, Steph Curry segna 40 punti ai Rockets

NBA, Josh Giddey continua a macinare record

Mercato NBA, New Orleans Pelicans interessati a CJ McCollum

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors