Seguici su

News NBA

NBA Finals, Chris Paul: “Phoenix è una squadra vera rispetto a quelle in cui ho giocato”

Il leader di Phoenix ha toccato diversi argomenti

Anche Chris Paul si è prestato alle domande dei giornalisti durante il media day del pomeriggio americano. Per prima cosa, la stella dei Phoenix Suns ha commentato il percorso evolutivo di coach Monty Williams, conosciuto ai tempi dei New Orleans Hornets e ritrovato al suo sedicesimo anno di carriera proprio in Arizona:

“Penso che siano cambiate alcune cose rispetto ai nostri inizi… anche perché se non c’è un cambiamento in dieci anni vuol dire che c’è qualcosa che non va. La prima volta che ci siamo ritrovati insieme, lui era all’inizio della sua carriera da head coach, io ero in un team in cui… (sospira) sapevate tutti qual era la situazione. Non avevamo un owner. Stavano succedendo un sacco di cose. Sì, penso siano cambiate tante cose da quel periodo.”

Una di queste è finalmente la possibilità di giocarsi il titolo NBA e – secondo i bookmaker – da favorito per la vittoria del titolo di MVP delle Finals. Perché oggi Chris Paul è pronto per lottare per l’anello e invece – in passato – non è mai riuscito ad arrivare all’ultimo atto? Il play risponde così:

“Non saprei, forse perché questa squadra è diversa dalle altre. Qui abbiamo un squadra vera, reale. Davvero una squadra nel senso stretto del termine. Qui tutti fanno il proprio lavoro e tutti sono felici del proprio ruolo, non c’è la necessità di andare da 1 o 2 giocatori chiave. Quindi, per risponderti: sì, sono preparato per lottare per il titolo NBA. Il mio corpo ne ha attraversate tante, ma sono qui anche grazie anche alla componente mentale. Sono felice di dove siamo arrivati. Ayton? Penso che abbia lavorato tantissimo da inizio stagione ed è arrivato alle Finals con un altro livello di gioco. Le mie responsabilità in questa squadra? No, penso solo che devo essere me stesso. Sono semplicemente cresciuto da quando ho iniziato a giocare.”

Quindi, un pensiero per Dario Saric, out per l’ormai nota lesione al crociato anteriore del ginocchio destro:

“È dura da accettare. Ho parlato con Dario questa mattina quando ho saputo della notizia ed è stato triste. Lui è uno di noi, è un fratello. È dura, è dura.”

 

 

Leggi Anche

Mercato NBA, futuro lontano dai Sacramento Kings per Marvin Bagley III ?

NBA, LeBron James manifesta il proprio supporto per Chris Paul con un tweet

Dramma Dario Saric: lesione al crociato e addio NBA Finals

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA