Seguici su

Playoff NBA

Playoff NBA: George sciupa tutto, Ayton firma il 2-0 sulla sirena

Finale decisamente infuocato in quel di Phoenix, dove i padroni di casa passano con un alley-oop a 0,7 secondi dalla fine. Decisivi anche gli errori nel finale di PG-13, che a 8 secondi dalla fine spreca entrambi i tiri liberi a sua disposizione

Los Angeles Clippers 103 – 104 Phoenix Suns [Phoenix in vantaggio 2-0 nella serie]

Un’alley oop giocato a 0,7 secondi dalla fine sull’asse Jae Crowder-Deandre Ayton decide la decisamente rocambolesca Gara-2 andata in scena alla Phoenix Arena, dove i padroni di casa si portano sul 2-0 nella serie scongiurando solo nel finale la rimonta dei Clippers guidata da un Paul George in versione croce e delizia.

Il match si rivela equilibrato e aperto a ogni esito fin dalle prime battute, con i ragazzi di Monty Williams che, orfani di Chris Paul, riescono comunque a chiudere il primo quarto in vantaggio (22-25) prima che gli ospiti riducano a una sola le lunghezze di svantaggio al termine del secondo periodo (47-48).

Il testa a testa prosegue anche una volta tornati sul parquet, con la gara che inizia improvvisamente a farsi piuttosto intensa anche sul piano fisico: per eventuali conferme chiedere a Devin Booker, che nei minuti conclusivi della terza frazione riporta la peggio in uno scontro con Patrick Beverley che lo costringe a fare ritorno negli spogliatoi per tamponare le perdite di sangue dal naso.

Nulla di troppo grave, fortunatamente, dato che per la gioia del pubblico di casa la stella dei Suns torna prontamente in campo nel corso dell’ultimo decisivo periodo. L’equilibrio sembra non volerne sapere di spezzarsi, ma a 31 secondi dalla fine Paul George mette a segno il layup che vale il 101-100 e il primo vantaggio Clippers dall’inizio del terzo periodo. Phoenix risponde a tono, così nel possesso successivo tocca ancora a PG-13 firmare il nuovo sorpasso sul 103-102.

Proprio mentre George sembra in pieno controllo del match, però, accade l’irreparabile: giunto in lunetta a 8,2 secondi dalla fine, l’ex Pacers e Thunder si lascia confondere dal boato del pubblico di casa gettando alle ortiche entrambi i liberi a sua disposizione nonostante il più che discreto 85% in carriera dalla linea della carità.

A quel punto l’inerzia della gara è tutta dalla parte dei Suns, che 0,9 secondi dalla sirena conquistano una rimessa dalle parti del canestro avversario: Crowder alza la parabola e Ayton salta più in alto di tutti, schiacciando in testa a Zubac i due punti che ribaltano l’esito del match a una manciata di decimi dalla fine dei giochi.

Dopo un’attenta revisione, gli arbitri convalidano il canestro ufficializzando il 2-0 dei Suns, che si concretizza grazie alla doppia doppia da 24 punti e 14 rimbalzi firmata Ayton e – fattore da non sottovalutare – ai 29 punti di Cameron Payne, che per una sera riesce nell’ingrato compito di non far rimpiangere Chris Paul. 20 punti e 5 assist per Devin Booker, mentre dall’altra parte spiccano i 26 punti – potevano essere 28, ma… – 6 rimbalzi e 6 assist messi a referto da Paul George.

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in Playoff NBA