Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Steph Curry macina record e si candida per l’MVP

Un’altra prestazione meravigliosa per Steph, che manca di un solo punto quota 50

steph curry warrios

Una settimana. Una sola settimana è servita a Stephen Curry per passare da un’impresa come quella di superare Wilt Chamberlain come migliore realizzatore di sempre dei Golden State Warriors, fino a spodestare un’altra leggenda come Kobe Bryant.

Questa volta il numero #30 ha esteso la striscia più lunga di sempre per partite consecutive oltre quota 30, considerando giocatori di oltre 33 anni d’età (11 partite). Dopo aver trascinato gli Warriors alla vittoria contro la regina dell’Est, i Philadelphia 76ers, con 49 punti, sui social si è scatenata ancora una volta la Curry mania, con fan, giocatori e addetti ai lavori pronti ad eleggere il giocatore come MVP della lega.

Di seguito le dichiarazioni di coach Steve Kerr, dopo la vittoria contro i Sixers, intervistato dai media proprio prima della sua stella, Steph Curry.

“Ho visto Kobe Bryant all’inizio della sua carriera, ed era devastante. Ovviamente ho giocato con Michael Jordan, che ha avuto le sue serie di partite in cui segnava da qualsiasi posizione, ma nessuno nella storia del gioco ha mai tirato in questo modo. Questo va anche oltre gli standard di Steph, che sono già piuttosto elevati, va ben oltre ciò.”

Curry è in uno stato di forma invidiabile, mentale ancor prima che fisico:

“Dal record di Wilt a questa striscia, ovviamente sono consapevole del modo in cui sto giocando, ma non voglio caricarmi di troppe pressioni, sto solo giocando a pallacanestro. Metto foga, aggressività nel gioco, ma lascio che la partita mi guidi.”

Il giocatore in maglia #30 ha scherzato alla fine sul libero che gli avrebbe permesso di fare cifra tonda a 50 punti.

“Non ho giocato molto bene, ho sbagliato un libero fondamentale alla fine. Mi dà fastidio perché è stato un regalo fatto dagli avversari che non ho saputo capitalizzare.”

 

Leggi anche:

Super Lega di calcio: è davvero un modello stile NBA?

NBA, Stephen Curry e Julius Randle nominati Player of the Week

NBA, annunciate le date della prossima free agency

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors