Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Kevin Durant sul ritiro di LaMarcus Aldridge: “Una carriera da campione”

KD riflette sulla carriera del compagno nell’intervista postgame contro gli Charlotte Hornets

durant

La notizia del ritiro di LaMarcus Aldridge condivisa poche ore fa è ancora calda nell’umore degli addetti ai lavori. Moltissimi giocatori hanno espresso la loro solidarietà e la loro stima verso LMA, che ha dovuto allontanarsi definitivamente dal gioco dopo l’ultima partita in maglia Brooklyn Nets, giocata con un’aritmia cardiaca.

In occasione dell’intervista a seguito del successo dei suoi Nets 130-115 ai danni degli Charlotte Hornets di questa notte, Kevin Durant è stato interrogato proprio sulla questione e su come ha reagito una volta appreso la notizia:

“Ho parlato con lui il giorno prima che annunciasse il ritiro. Mi ha detto cosa fosse successo ed è stato un shock per me, voglio dire, mi sembrava in forma. Davvero non me l’aspettavo, era l’ultima cosa che mi sarei immaginato quando mi è arrivata la sua chiamata.  

Sono felice che abbia preso questa decisione, per se e per la sua famiglia. E’ stato con noi solo un paio di settimane, ma i 15 anni che ha passato in NBA sono stati da vero Hall-of-Famer. Ricordo che quando feci la mia prima visita all’università del Texas fu proprio lui a guidarmi all’incontro. Ed oggi sapere che ha giocato con me la sua ultima partita è stato davvero speciale”

Lo shock di Durant all’infelice notizia fa eco al dispiacere dell’intera lega, che però ha supportato in toto la decisione di Aldridge di ritirarsi dal basket giocato. Ci sono partite più importanti per cui giocare.

 

Sulla vittoria vs Charlotte

KD è stato poi interrogato sulla convincete vittoria contro Charlotte e sui suoi undici assist di serata.

“Credo che la mia esperienza nella lega mi abbia agevolato in questi termini. Col tempo cominci a capire dove i tuoi compagni si aspettano il pallone e come servirli al meglio. Io sono un scorer prima di tutto, ma è proprio questo che mi permette di facilitare al meglio i compagni. Quando sono aggressivo mi è più facile trovarli liberi e lasciargli un tiro incontestato. Dopo tanti anni in NBA certe cose diventano facili”

Col successo di questa notte, i Brooklyn Nets rispondono alla vittoria dei Philadelphia 76ers sui Los Angeles Clippers, portandosi a solo una partita di distanza dal vertice della Eastern Conference.

 

Leggi anche

NBA, Julius Randle commenta i suoi 44 punti contro Dallas

NBA, Russell Westbrook trascina Washington: “Il fallo di Zion? C’era!”

NBA, Ben Simmons: “Embiid è l’MVP, non c’è dubbio”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets