Seguici su

News NBA

La NBA cambia il protocollo di salute e sicurezza: i dettagli

Nuove regole per giocatori e membri dello staff

NBA

La NBA sta facendo al momento facendo i conti con molti problemi creati dal Covid-19. Per la stagione 2020-2021 non è stata prevista una bolla, quindi i giocatori e gli addetti ai lavori sono esposti al contagio o al contatto con persone positive. La lega ha appositamente creato un protocollo di sicurezza proprio per evitare queste problematiche, ma nonostante gli sforzi si è già vista costretta a rinviare alcune partite.  

Secondo Adrian Wojnarowski di ESPN, la NBA, in queste ore, ha modificato il protocollo di sicurezza insieme alla NBPA. La lega ha deciso di adottare regole più stringenti. Ora, ad esempio, i giocatori non potranno più ospitare persone estranee alla propria squadra nelle camere d’albergo. In trasferta si è soliti ospitare amici o parenti all’interno delle proprie camere, ma questo non sarà più possibile.

Quando i giocatori e i membri dello staff sono a casa, non saranno più autorizzati ad uscire senza giustificato motivo: il nuovo protocollo NBA prevede che ci si possa allontanare dalla dimora solo per svolgere attività correlate a quelle di squadra o per questioni urgenti. Inoltre, quando la squadra si trova in trasferta, non sarà possibile uscire dall’hotel se non per svolgere le attività legate alla squadra o per emergenze.  

Anche nelle arene NBA ci saranno regole diverse: il nuovo protocollo NBA prevede un uso più stringente della mascherina. Sarà obbligatorio indossarla durante le riunioni pre-partita in spogliatoio, che da ora potranno avere una durata massima di 10 minuti. Inoltre, i giocatori dovranno indossarla ogni qual volta facciano ritorno in panchina. La mascherina non è obbligatoria nelle cosiddette “cool down chairs”, dove i giocatori vanno a sedersi prima di raggiungere la panchina. Queste sedie sono disposte a debita distanza dalla classica panchina.

Chiunque visiti, per questioni lavorative, regolarmente la casa di un giocatore o di un membro dello staff, sarà sottoposto al test 2 volte a settimana. Infine, niente più strette di mano prima e dopo le partite: ora sono consentiti solo saluti con gomito o pugno. Tutte le nuove misure contenute nel protocollo NBA sono disponibili qui.

 

Leggi anche:

La NBA rinvia la partita tra Boston Celtics e Orlando Magic

NBA, multa in arrivo per DeMarcus Cousins e Markieff Morris

Scarpe Nike LeBron: guida ai migliori modelli

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA