Seguici su

Non Solo Nba

Caso Floyd, Erdogan a Trump: “Un attacco all’umanità”; Kanter: “Lui invece è come Bin Laden”

Il presidente turco ha parlato del caso George Floyd condannando le vicende di Minneapolis. Il giocatore dei Celtics, invece, è tornato a criticarlo duramente per la sua ipocrisia

kanter erdogan

Mentre il caso George Floyd sta tenendo banco in queste ore negli Stati Uniti, le altre Nazioni guardano al paese americano con attenzione. Sono diversi i personaggi di spicco ad aver condannato pubblicamente il comportamento delle polizia di Minneapolis, tra questi si è aggiunto anche Recep Tayyip Erdoğan, presidente della Turchia. Il numero 1 turco, attraverso un tweet sui social, ha espresso la sua totale contrarietà ad ogni attacco contro l’umanità:

“Come membro della civiltà islamica, che ci insegna ad amare l’umanità per merito del Creatore, condanno questa mentalità disumana. La Turchia si oppone sempre a tutti gli attacchi contro l’umanità, non importa dove, sotto quale pretesto o in quale forma vengano commessi.”

Un’uscita che non è particolarmente piaciuta a Enes Kanter, giocatore dei Boston Celtics e da sempre oppositore di Erdogan. Il lungo, lo ricordiamo, è da tempo perseguitato dal suo stesso paese per le critiche rivolte nei confronti del presidente Turco e per questi motivi si è visto privato del suo passaporto, è stato ripudiato pubblicamente dai suoi genitori (i quali vivono in Turchia, ndr) ed è oggetto di intimidazioni sul suolo americano.

Kanter, però, ancora una volta non ha avuto paura di dire la sua e criticare aspramente le parole del leader turco, spesso e volentieri accusato di intraprendere azioni dittatoriali all’interno del paese. Questo il tweet di Enes comparso nella giornata di ieri:

“Benvenuti nel PAESE DI ERDOGAN. Sentire Erdogan discutere di diritti civili, è come chiedere a Bin Laden di parlare di libertà. Tutto il mondo lo sa che sei un dittatore lunatico”.

 

Leggi Anche:

Mercato NBA, I Boston Celtics pronti al massimo salariale per Tatum

NBA, Dwane Casey e la lettera emozionante sul caso Floyd

NBA, Jaylen Brown e la marcia di protesta per George Floyd

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Non Solo Nba