Seguici su

News NBA

NBA, dal 1 giugno i giocatori torneranno nelle loro squadre

Le squadre potranno richiamare i giocatori lontani dalla sede della franchigia e dal loro mercato di riferimento

Adam Silver ritorno giocatori NBA

Dopo settimane di buio finalmente si vede la luce: il ritorno della NBA si avvicina. A partire dal 1 giugno le squadre potranno iniziare a richiamare sia giocatori lontani dalla sede della franchigia che quelli fuori dal loro mercato di riferimento.

Un passo in avanti verso la ripresa che, presumibilmente, sarà per metà luglio. Oltre a richiamare i giocatori lontani, come ad esempio i Dallas Mavericks con Luka Doncic (volato in Slovenia), potranno espandere gli allenamenti individuali in corso, come scrive ESPN.

Al rientro alla base i giocatori seguiranno una quarantena di circa 14 giorni, dopo di che si passerà a una o due settimane di allenamenti individuali. Infine altre due-tre settimane di training camp: l’obiettivo della NBA e delle squadre è quello di ripartire entro la fine di luglio.

Il commissioner NBA Adam Silver aveva chiesto ai vari governatori e al presidente USA Donald Trump un aiuto per far tornare i giocatori lontani dal territorio americano.

In questi giorni, dunque, le squadre NBA attendono dalla lega le linee guida da attuare in vista della ripartenza: molti sperano che Silver anticipi a giugno la ripresa della stagione, ma è molto improbabile.

La lega e l’Associazione Giocatori (NBPA) stanno ancora discutendo sulle modalità di ripresa, se si ripartirà dalla stagione regolare o dai Playoffs e se tutte e 30 le squadre NBA ritorneranno in campo.

Non si esclude la possibilità di giocare in due siti diversi: oltre a Orlando, resta in piedi anche l’ipotesi Las Vegas.

Il ritorno della NBA si fa sempre più vicino.

 

LEGGI ANCHE:

Svolta NBA: si lavora per ripartire a metà luglio

NBA, Trae Young: “Bisognerebbe aggiungere la linea da 4 punti

Mercato NBA, Giannis Antetokounmpo fa gola anche ai Miami Heat

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA