Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Irving: “Kobe è stato il mio mentore, mi ha aiutato in molte occasioni”

La stella dei Brooklyn Nets ha parlato dopo la vittoria contro i Detroit Pistons

Mancano pochi minuti al termine della partita tra Brooklyn Nets e Detroit Pistons quando il pubblico del Barclays Center inizia a intonare il coro: “Ko-be Bry-ant“, con Kyrie Irving che incitava il pubblico a cantare più forte.

Il numero 11 della franchigia newyorkese è sceso in campo con una dedica speciale all’eterno numero 24 dei Los Angeles Lakers: sulle scarpe aveva scritto ‘1/26’, giorno della tragedia dove Kobe e sua figlia Gianna hanno perso la vita, e ‘Whiplash‘, il film dove l’allievo viene spinto oltre il limite dal suo maestro.

Kobe è stato il mentore di Kyrie, come ha spiegato a ESPN al termine della partita:

“Non sono l’unico a soffrire perché tutti abbiamo condiviso qualcosa di importante con lui. Quando lo studente è pronto, il maestro sarà lì vicino. La nostra relazione era molto più profonda del basket: io ero l’allievo e lui il mentore,  potevo chiedergli quasi qualsiasi cosa. Non importa quanto fossi nervoso o spaventato, era facile chiedergli cosa bisognasse fare ogni giorno per inseguire qualcosa di più grande di te, come quando cerchi di lasciare un’eredità e un segno indelebile a questo gioco”

Intervistato anche da Anthony Puccio di Nets Daily ha aggiunto:

“Chiesi a Kobe aiuto 4/5 anni fa: dovevo operarmi, sapevo che se non l’avessi fatto non avrei potuto giocare ai miei livelli. Psicologicamente ero a pezzi: è stata la prima persona che ho chiamato. Negli ultimi anni abbiamo avuto sempre un ottimo dialogo: è stato grandioso”

Irving ha chiuso la partita con 20 punti, 5 rimbalzi e 5 assist, contribuendo alla vittoria dei Nets per 125-115 sui Pistons, non la sua migliore partita ma, comunque, un modo per ringraziare e salutare il suo maestro.

 

LEGGI ANCHE:

Risultati NBA: Oladipo torna in campo e guida i suoi alla vittoria su Chicago. Bene Spurs e OKC, la prima tripla doppia di Lillard manda ko i Rockets

NBA, Coach Frank Vogel a nome dei Lakers: “Giocheremo per Kobe”

NBA, Andre Drummond non genera interesse per eventuali scambi

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets