Seguici su

L.A. Lakers

NBA, LeBron James: “Mio figlio Bronny deve pensare al presente”

Un messaggio per tutti coloro che speculano sul futuro in NBA del figlio

I Lakers compiono il loro dovere al Madison Square Garden: vincere. La partita con i New York Knicks segna la 35esima vittoria in stagione e i protagonisti sono sempre loro: LeBron James e Anthony Davis. Il Re mette a segno 21 punti, 6 rimbalzi e 5 assist in 36 minuti di gioco e, l’ex Pelicans chiude con 28 punti, 5 rimbalzi e 5 assist. Il roster gialloviola funziona e, il sogno anello è ben vivido nella mente dei giocatori.

Nel post partita, durante il consueto momento per le domande, un giornalista chiede al numero 23 se i New York Knicks potrebbero essere il team giusto per suo figlio Bronny, 15 anni e già sulle orme del padre. James ha risposto così:

“Mio figlio è solo al nono anno di scuola. Come genitori, stiamo cercando di concentrarci sui progetti che dovrà consegnare in un domani. Queste sono le cose più importanti ora: scuola, casa e cercare di essere il miglior fratello possibile.”

Nonostante LeBron abbia manifestato più volte il suo desiderio di giocare una partita NBA con o contro suo figlio, per il momento non è tempo di pensarci. James deve continuare a giocare e aspettare la stagione 2023/2024, la prima ipotizzata per vedere il primogenito entrare a far parte di una franchigia NBA. Il 3 volte campione NBA avrebbe quasi 40 anni, ma se giocherà come sta facendo adesso, l’età non sarà certo il problema principale.

Leggi anche:

NBA, Zion Williamson sul debutto: “Era tutto ciò che sognavo, tranne perdere”

NBA, il giocatore NFL Larry Fitzgerald compra le quote dei Suns

Dwight Howard parteciperà allo Slam Dunk Contest NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers