Seguici su

Non Solo Nba

Il dramma di Delonte West: ripreso mentre viene picchiato da vagabondo per strada

Da LeBron James alla rovina. La dura realtà di Delonte West

delonte west strada

La vita di Delonte West è una storia di riscatto, conquiste e vittorie, ora, però, rischia di prendere una una piega drammatica. Per chi non lo sapesse, il nativo di Washington ha giocato con LeBron James, è stato la point guard titolare dei Boston Celtics e successivamente è stato coinvolto nella trade che ha portato Ray Allen nella franchigia biancoverde. Ha sempre dato tutto se stesso per la pallacanestro, poi è sparito, dopo il ritiro non si è fatto più vedere.

Un lungo silenzio durato fino a ieri, quando Delonte West è tornato sulla bocca di tutti. Circolano, infatti, video in cui il 36enne viene picchiato in mezzo alla strada, a Washington, con l’aggressore che non sembra intenzionato a fermarsi anche quando West è steso a terra, immobile, incapace di reagire.

Nel video che ora è diventato virale, il veterano sembrerebbe ammanettato, impaurito ed esaurito. Seduto su un marciapiede con i tatuaggi sul petto bene in vista, farfuglia qualcosa di incomprensibile. Ciò che si può vedere però, è la condizione generale in cui West è costretto a vivere anche a causa di un ormai evidente disordine mentale.

Fortunatamente arriva solidarietà e supporto da chi, nella vita, ha percorso una parte del proprio cammino con West. Tra questi, per esempio, Jameer Nelson, che ha giocato al college a St. Joseph’s con lui e ha scritto un pensiero per il suo ex compagno di squadra:

“Mi fa male vederlo così. Quello che possiamo fare per lui in questo momento è pregare e sperare che cerchi l’aiuto di cui ha bisogno. Le malattie mentali sono qualcosa con cui la maggior parte delle persone fa i conti senza nemmeno sapere di averle, qualche volta preoccupandosene solo quando è troppo tardi. Non so esattamente cosa gli sta succedendo, ma Delonte sa che può contare su di me e che lo aiuterò a superare tutto questo”.

West è affetto da un grave bipolarismo, che cerca di tenere sotto controllo con un forte utilizzo di farmaci. Dopo il ritiro lo si è visto vagabondare per le strade, senza una meta. Ha stroncato il suo matrimonio e ora sembra più perduto che mai.

 

Leggi anche:

NBA, niente sconti per il debutto di Zion Williamson

Le arene NBA: ecco gli stadi delle 30 franchigie

NBA: nuovo record per Westbrook 

 

Commento

Commento

  1. Gio Art

    22/01/2020 19:02

    Ahahahah che menefreghismo:
    “Quello che possiamo fare per lui in questo momento è pregare e sperare che cerchi l’aiuto di cui ha bisogno.”

    In pratica, traducendo “speriamo che si occupi da solo di se stesso perchè di certo io non muoverò un dito. ”
    Certo perchè le Preghiere e la Speranza che Lui si aiuti da solo serviranno a qualcosa….

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Non Solo Nba