Seguici su

News NBA

NBA, Barkley e O’Neal consigliano Joel Embiid: “Deve mostrare di più”

Ecco spiegata la mostruosa prestazione di Joel Embiid

Joel embiid

Qualche giorno fa, in vista del match tra Boston Celtics e Philadelphia 76ers, Charles Barkley e Shaquille O’Neal hanno commentato le recenti prestazioni del centro Joel Embiid.

La coppia di TNT ne ha parlato come di un giocatore il cui potenziale ancora fatica ad esprimersi al meglio, al contrario dei pari età quali Giannis Antetokounmpo (MVP in carica) o Anthony Davis:

“Quando parliamo di Embiid non lo facciamo come lo si fa per Antetokounmpo, Harden o persino Luka Doncic, eppure è il giocatore più difficile da marcare dell’intera NBA.

Ti stiamo dicendo: puoi essere un grande, ma non stai giocando abbastanza duro, 22 punti di media non sono abbastanza per passare al livello successivo”.

Poi Shaq ha sottolineato:

“Vuoi essere solo bravo o vuoi essere un grande? Allora dammi 28, 29 punti di media!”.

Con queste premesse Embiid ha messo piede sul parquet del TD Garden ieri notte e, alla fine dell’ultimo quarto, ha totalizzato 38 punti e 13 rimbalzi: una prestazione decisamente più importante che ha permesso ai 76ers di raggiungere la vittoria (109-115).

In risposta al duo di TNT, il centro camerunese ha detto:

“Significa molto per me se loro ritengono che ho il potenziale per essere il migliore al mondo e che non l’ho ancora dimostrato del tutto. Loro ci sono passati, ce l’hanno fatta, sono nella Hall of Fame. Tutto ciò dimostra che devo impegnarmi di più e che posso farcela.”

Anche coach Brett Brown ha fatto i complimenti al numero 21, che ha saputo gestire molto bene la palla e che nonostante l’intensa marcatura subita (a volte tramutata in raddoppio) non ha superato le 2 palle perse:

“Potrei assumere  O’Neal e Barkley come “allenatori motivazionali se questi sono i risultati”.

“Considerando la quantità di cose che ha dovuto passare recentemente, credo abbia gestito tutto con maturità e umiltà, come un adulto. Sono orgoglioso di lui. Ha risposto alla grande, i numeri parlano. Ma non è solo quello, si tratta anche di leadership e conduzione dei compagni”.

Molti sorrisi e pensieri positivi dunque in quel di Philadelphia. La dirigenza, i tifosi e i compagni di squadra da oggi si aspettano che Joel Embiid continui a giocare a questi standard.

 

Leggi anche:

NBA, Dion Waiters sospeso ancora dagli Heat

NBA, paura per David Stern: operato d’urgenza per emorragia cerebrale

Se i giocatori NBA fossero disegni giapponesi – season 4

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA