Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Howard: “Mi dispiace aver lasciato i Magic, ma dovevo farlo”

Il centro dei Lakers aggiunge: “Mi si è spezzato il cuore, ma ora sono libero e sto davvero bene”

dwight howard

Dwight Howard questa notte ha giocato contro gli Orlando Magic, sua ex squadra: nonostante la vittoria dei Lakers per 96-87, non è stata una serata facile per il numero 39 giallo-viola.

I tifosi di casa hanno beccato il loro ex beniamino quando, all’ultimo quarto, Howard ha avuto insieme al compagno Dudley una discussione molto accesa con Carter-Williams e Iwundu: dopo la revisione da parte dell’arbitro, Howard e Carter-Williams hanno ricevuto un fallo tecnico, mentre Dudley e Iwundu sono stati espulsi.

Howard ha spiegato e ha cercato di risolvere la situazione con i suoi ex tifosi parlando ai microfoni di ESPN:

“Ho avuto la fortuna di tornare e giocare con i Lakers, e sono davvero felice. Sono abbastanza sicuro che qui ci fossero un sacco di persone ferite e deluse per il mio addio. E mi dispiace se si sentono così. Ma non sarei la persona che sono oggi se fossi rimasto qui, quindi sono molto contento che sia emerso tutto ciò che doveva venire fuori, mi ha reso la miglior versione di Dwight Howard. Non avrei mai pensato che potesse succedere. Sono felice che sia successo, so che ha spezzato il cuore di molte persone, ma anche io ho sofferto. Ma, alla fine, sono libero e sento davvero bene”

Dwight Howard ha giocato per gli Orlando Magic dal 2004 al 2012: con la franchigia della Florida vinse il premio come difensore dell’anno e raggiunse le Finals, poi perse, nel 2009. Nel 2012 fu ceduto ai Lakers per sua volontà lasciando l’amaro in bocca ai tifosi dei Magic.

Il giocatore ha rivelato altri dettagli sul suo burrascoso addio ai Magic, soffermandosi anche sulla sua prestazione di questa notte:

“Ero molto amareggiato per alcune cose che sono emerse a porte chiuse che nessuno dei fan o delle persone dei Magic doveva sapere. Non ho mai detto nulla al riguardo. Non ho mai criticato o parlato male di questa squadra. Ma avevo un sacco di amarezza nel cuore verso l’organizzazione e persino verso i tifosi per come mi hanno trattato quando sono tornato. Ma son andato avanti e così facendo mi sono tolto tutto il peso che avevo, rendendomi una persona migliore. Oggi ho fatto una buona partita, i punti non mi interessano: so cosa voglio e cosa serve a questa squadra per vincere. Non devo dimostrare niente a nessuno”

Continua la striscia di vittorie per i Los Angeles Lakers di Dwight Howard: in forma smagliante ancora una volta LeBron James, autore di 25 punti, 11 rimbalzi e 10 assist.

 

LEGGI ANCHE: 

NBA, Gordon Hayward si fa male durante la partita contro i Pacers

Risultati NBA: Harden ne segna 55! Milwaukee fa 16 W consecutive, Kawhi ritorna a Toronto e vince, bene i Lakers

NBA, Boston Celtics: ancora problemi per Marcus Smart

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers