Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: pazza rimonta dei Nuggets, Phila va KO. Settima vittoria consecutiva per i Lakers, Lillard segna 60 punti ma vincono i Nets

Risultati NBA: Jokic guida i Denver alla vittoria sui 76ers dopo una pazza rimonta. Bogdanovic sulla sirena dà la vittoria ai Jazz. Bene Lakers e i Raptors

(3-6) SACRAMENTO KINGS  121-109  ATLANTA HAWKS (3-5)

Bella vittoria in trasferta per i Sacramento Kings, che vincono ad Atlanta con autorità. Gli ospiti vanno subito in vantaggio, trovando ritmo offensivo e punti da Harrison Barnes e Buddy Hield. Gli Hawks cercano di rimanere attaccati alla gara nonostante nel primo quarto Trae Young fatichi a trovare la via del canestro. Dopo 12 minuti il punteggio recita 31-24 Kings, e nel secondo periodo la musica non cambia: gli ospiti continuano a trovare con continuità la via del canestro andando anche sul +12. Atlanta si affida a Jabari Parker, che con due canestri consecutivi tiene i suoi in linea di galleggiamento. Dopo l’intervallo gli Hawks tornano in cambio con un altro atteggiamento: Trae Young, dopo due quarti difficili, si infiamma e riporta sotto i suoi. Buddy Hield e Bogdanovic rispondono per i Kings, con Atlanta che trova il -3 ma viene subito ricacciata indietro. Nell’ultimo quarto gli Hawks, sempre con i soliti Parker e Young cerca di tornare sotto: Reddih trova il -1 con il lay-up, ma Bogdanovic e Joseph ricacciano subito indietro i padroni di casa. Ariza, Bogdanovic e Barnes con tre triple piazzano il parziale decisivo: i Kings trovano la doppia cifra di vantaggio, da cui Atlanta non si riprende più.

Per i Kings ottima prova di Buddy Hield che chiude con 22 punti, Bogdanovic ne aggiune 20 uscendo dalla panchina. 17 punti con 9 assist per De’Aaron Fox e 16 per Barnes. Per Atlanta ci sono 30 punti con 12 assist per Trae Young, 25 per Parker e 17 per Huerter.

 

(6-2) TORONTO RAPTORS  122-104  NEW ORLEANS PELICANS (1-7)

Facile vittoria in trasferta per i Toronto Raptors, che vincono a New Orleans grazie ad un super secondo quarto. Primo parziale di assoluto equilibrio, con le due squadre che si scambiano i canestri e che dopo 12 minuti sono sul 30 pari. La partita si decide nel secondo quarto: Toronto in attacco è on fire, con i Pelicans che crollano sotto i colpi di Siakam e Anunoby. I Pelicans non hanno risposte in difesa, subendo 45 punti e andando all’intervallo sotto di 22 punti. Al rientro in campo dopo la pausa il copione non cambia: Ingram e Holiday tentano di far rientrare in partita i padroni di casa, ma Toronto non si fa sorprendere mantenedosi sempre sui 20 punti di vantaggio. La partita scivola via fino all’ultimo quarto, con i Pelicans che nel finale ricuciono leggermente lo svantaggio senza però mai impensierire gli ospiti.

Per Toronto fantastica prestazione per Paskal Siakam che chiude con 44 punti e 10 rimbalzi. OG Anunoby ne aggiunge 21, 12 con 11 assist per VanVleet e 18 dalla panchina per Powell. Per i Pelicans 27 punti per Ingram, 16 per Holiday e 13 per Jackson.

 

(2-7) GOLDEN STATE WARRIORS  119-125 OT  MINNESOTA TIMBERWOLVES (5-3)

I Minnesota Timberwolves vincono in volata contro i Golden State Warriors: la partita vive nell’equilibrio totale per tutto il suo svolgimento. Golden State trova in un D’Angelo Russell on fire l’ancora su cui affidarsi per rimanere attaccati ai Timberwolves. Minnesota prova subito a scappare, ma Golden State è in serata e rimane sempre in scia ai padroni di casa.Wiggins trova con continuità la via del canestro, ma dopo 24 minuti di gioco le due squadre vanno all’intervallo in sostanziale parità sul 61-60 per gli ospiti. Al rientro in campo il copione non cambia: D’Angelo Russell continua a trovare il canestro con una facilità disarmante, con Golden State che prova a scappar via. Minnesota rimane attaccate, affidandosi al solito Wiggins e a Towns sotto canestro. Si entra così negli ultimi 12 minuti di gioco con gli ospiti avanti di 6 lunghezze. Burks trova subito ad inizio del quarto finale il canestro del +8: Golden State guida la partita tenendosi sempre a 6-7 punti di vantaggio fino a metà dell’ultimo periodo. Wiggins però trova per due volte la via del canestro, riportando sotto i suoi. Si arriva così in volata nel finale: Cauley-Stein e Burks riportano avanti i suoi, ma per Minnesota sono Wiggins e Covington a trovare i canestri che li mantengono in gara. Russell continua a segnare per gli Warriors, e una sua tripla a due minuti dal termine porta Golden State sul +6. Layman riporta i padroni di casa sul -2, ma ancora Russell con lo step back trova il canestro del +4 a 29 secondi dal termine. Minnesota è sul -2, ma recupera palla con Covington e si guadagna l’ultima azione: Wiggins penetra in area e trova il canestro che manda la gara ai supplementari. Nei cinque minuti aggiuntivi l’equilibrio regna fino al 116 pari, poi Golden State non trova più la via del canestro concedendo un parziale che porta i Timberwolves sul +4. Ancora Russell da tre porta sotto gli ospiti, ma Wiggins risponde dalla lunga a 20″ dalla fine chiudendo di fatto la gara.

Per Minnesota grandissima prova per Wiggins, che chiude con 40 punti. Towns ne aggiunge 20 con 14 rimbalzi: 14 punti a testa per Okogie e Layman e Covington ne mette 17. Per Golden State non basta una prova spettacolare da 52 punti di D’Angelo Russell. 19 punti per Burks e 12 per Paschall

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA