Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Kyrie Irving risponde ai critici: “Sono qui per essere me stesso”

Il numero 11 dei Brooklyn Nets non ha digerito le insinuazioni sui suoi sbalzi di umore

Kyrie Irving Nets

L’avvio di stagione dei Brooklyn Nets non è stato quello che, forse, tutti si aspettavano. Tre sconfitte nelle prime quattro partite, l’ultima stanotte contro gli Indiana Pacers. L’assenza di Kevin Durant non può essere colmata solamente dal solo Kyrie Irving, nonostante le sue convincenti prestazioni.

A turbare lo spogliatoio newyorkese, oltre le tre pesanti sconfitte ottenute già in questo inizio di campionato, sono i frequenti sbalzi di umore e gli atteggiamenti poco comprensibili di Irving. Tanto per citarne uno, secondo le indiscrezioni, durante una foto di squadra, Irving si sarebbe rifiutato più volte di togliersi il cappello, il quale, secondo il suo parere, avrebbe potuto essere eliminato successivamente con PhotoShop.

Tuttavia, l’ex Boston Celtics ha già provveduto a rispondere a tutti coloro che criticano il suo carattere. Queste le sue parole a Yahoo Sports:

“Gli esseri umani hanno sbalzi di umore. È ok per gli essere umani. Non devo essere perfetto per qualcuno qui e, non devo essere perfetto per il pubblico. Non sono qui per disperdere qualche dubbio, sono qui solo per essere me stesso.”

I fatti parlano, le parole lasciano lo spazio che trovano, ed Irving questo lo sa alla perfezione.

LEGGI ANCHE:

Risultati NBA: Golden State cade con Phoenix e perde anche Curry! Super Harden guida Houston, Phila sa solo vincere

NBA, Embiid e Towns protagonisti di un corpo a corpo

NBA, Kuzma vicino al debutto stagionale

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets