Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Donald Trump contro Kerr e Popovich

Nba, caso Cina: nella notte la parola è passata al presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che non ha esitato a criticare Steve Kerr e Gregg Popovich.

Passano i giorni ma pare proprio che il tweet di Daryl Morey abbia aperto il vaso di Pandora: la parola, nella notte, è passata niente meno che al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, il quale ha concentrato la sua attenzione alle risposte di Steve Kerr e Gregg Popovich, rei di non aver preso una posizione chiara:

“Ho visto in tv Steve Kerr: sembrava un bambinetto spaventato, al punto da non saper neppure rispondere a una domanda. Tremava, ripeteva soltanto ‘Non so’, ‘Non so’ ma non rispondeva mai alle domande. Eppure quando c’era da parlare (male) degli Stati Uniti non si è mai tirato indietro”

Poi il Tycoon ha continuato su coah Pop:

“Lo stesso si può dire per Popovich, anche se almeno lui non sembrava così spaventato. Entrambi non si sono mai fatti problemi a parlar male degli Stati Uniti ma quando c’è da pronunciarsi sulla Cina non vogliono dire niente di male. Devo dire che tutto questo mi mette addosso parecchia tristezza”

Insomma anche il presidente Donald Trump ha parlato, chi sarà il prossimo? Nel frattempo sono arrivate anche i commenti di Stephen Curry che, interrogato dai giornalisti presenti al termine dell’allenamento quotidiano degli Warriors, ha risposto in questo modo:

“I commenti di Trump su Kerr? Beh, devo dare il benvenuto al club anche a coach Kerr. Sempre strano sentire Trump affermare certe così, perché penso che dovrebbe avere temi più importanti di cui occuparsi”.

Poi su cosa ne pensasse della situazione politica attuale tra Cina e Hong Kong, Curry ha chiosato in questo modo:

“Non conosco questa storia abbastanza bene per parlarne o per formulare un’opinione. Sto rimanendo sintonizzato come tutti gli altri.

 

LEGGI ANCHE:

NBA, Harden ritorna sulla Cina: “Sto con Adam Silver”

La Cina cancella l’evento NBA Cares dei Lakers

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors