Seguici su

Oklahoma City Thunder

NBA, aumentano le possibilità di vedere Chris Paul ai Thunder nella prossima stagione

Al momento non c’è nessuna squadra interessata all’ex Rockets

Il tentativo di ricostruzione dei Thunder messo in atto da Sam Presti potrebbe subire una brusca frenata. Dopo aver mandato Paul George ai Clippers e Westbrook a Houston, il GM di Oklahoma sta cercando una squadra interessata a Chris Paul, ma al momento non sembrano esserci pretendenti.

I Miami Heat avevano fatto un timido sondaggio negli scorsi giorni per provare a regalare a Butler un playmaker di alto livello, ma il contratto di Paul da 124.076.442 $ in 3 anni è un macigno che poche squadre possono permettersi. Nelle ultime ore stanno quindi salendo le possibilità di vedere Chris Paul ai Thunder all’inizio prossima stagione, in attesa di provare a scambiarlo magari prima della trade-line.

Paul ha 34 anni, non è più nel suo prime ma rimane comunque un playmaker di gran livello e tornerebbe ad essere il primo violino di una squadra dopo aver passato gli ultimi anni nell’ombra di James Harden. Paul, Danilo Gallinari e Steven Adams potrebbero formare il nucleo di una squadra solida in questa stagione. Se Andre Roberson è in salute e se i giocatori giovani come Shai Gilgeous-Alexander, Nerlens Noel, Terrence Ferguson e Hamidou Diallo riescono a fare il salto di qualità, Oklahoma City potrebbe anche ritrovarsi in corsa per un posto ai playoff.

I Thunder hanno una grande quantità di scelte – la maggior parte legate al destino di Clippers, Rockets, Heat e Nuggets quindi potrebbero anche evitare di tankare e continuare il loro processo di ricostruzione portando avanti comunque un progetto vincente.

 

Leggi anche:

Le reazioni dei giocatori NBA allo scambio Westbrook-Chris Paul

NBA, Il GM de Brooklyn Nets: “Kevin Durant ama il nostro sistema”

All in: A Song of Morey and Presti (and Paul, and Westbrook)

Commento

Commento

  1. Luchinho

    19/07/2019 12:35

    Il fatto che nella stessa squadra ci siano Gallinari e Paul (due giocatori completi al servizio della squadra e non “primedonne”) può solo che far bene ad una squadra farcita di giovani talenti e senatori confermati. Se rimane così potrebbe essere la sorpresa ad ovest.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Oklahoma City Thunder