Seguici su

Curiosità

Dieci coppie maledette che non vogliamo dimenticare

Ecco dieci coppie che hanno lasciato il segno nella NBA, ma che non hanno reso come avrebbero (e avremmo) voluto.

9.Steve Nash e Dirk Nowitzki 1998-2004

Credits to: www.ftw.usatoday.com

Credits to: www.ftw.usatoday.com

I due arrivarono a Dallas nel 1998, nell’anonimato più assoluto. Infatti, Nash doveva ancora ambientarsi nonostante i due anni fra i pro sulle proprie spalle, mentre Dirk Nowitzki arrivava direttamente dalla Germania. La loro qualità in campo crebbe però con il passare del tempo, e di lì a due anni Nash sarebbe diventato il regista titolare della squadra, conquistando il pubblico con le sue corse e i suoi passaggi spettacolari; Nowitzki invece nel 2001 era già oltre i venti punti di media, grazie anche agli assist del play canadese. All’inizio del nuovo millenio Dallas divenne così una delle squadre più divertenti da vedere, che quasi ogni sera segnava più di cento punti; nella post-season, però, non ottennero alcun risultato. Dalla stagione 2000-01 si susseguirono le uscite al primo turno, fino a che il management dei Mavericks nel 2004 decise di cedere Nash, e di concentrarsi su un gioco maggiormente difensivo, ponendo fine allo spettacolo di cui la coppia era capace.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità