Seguici su

NBA Finals

NBA Finals, le parole degli allenatori dopo Gara 2

La serie, ora in parità, si sposta nella Baia

I Golden State Warriors rispondono alle tante critiche subite dopo Gara 1, e battono i Raptors 109 a 104 giocando una partita “alla Warriors”.

Toronto parte subito forte e tocca addirittura il +12 nel secondo quarto ma Curry e compagni non si abbattono e riescono a ricucire lo svantaggio, portandosi a -5 all’intervallo. Da lì in poi è dominio Golden State, con gli Warriors che piazzano un parziale di 18 a 0 che indirizza la partita. I Raptors non riescono a trovare soluzioni per attaccare il canestro e la carestia offensiva dura fino a 6 minuti dalla fine del terzo quarto, quando ci pensa VanVleet a chiudere il parziale. I Raptors non riescono a rientrare in partita fino in fondo e la tripla di Iguodala a pochi secondi dalla fine regala la vittoria ai Dubs.

In conferenza stampa i 2 allenatori hanno analizzato la partita, soffermandosi sul terzo quarto, vero momento di svolta della gara. Queste le parole di coach Nick Nurse:

“Non siamo stati in grado di rispondere alle loro iniziative offensive e quando loro entrano in ritmo è difficile fermarli se poi in attacco non riesci a segnare. I nostri canestri sbagliati hanno permesso a loro di attaccare in transizione e questo non deve succedere. Dovrò rivedere il video della partita e so già che mi arrabbierò molto”

Dall’altra parte invece c’è la soddisfazione di Kerr per aver rivisto la sua squadra macinare gioco dopo un inizio particolarmente complicato:

“È stata una grande vittoria, ora torniamo a casa dove cercheremo di difendere il fattore campo che ci siamo conquistati. Sono molto orgoglioso della mia squadra e in particolare di tutti i ragazzi che quando sono entrati dalla panchina hanno dato un contributo fondamentale”.

Nurse ha voluto anche lanciare un piccolo messaggio agli arbitri, colpevoli ancora una volta di essere stati troppo sbilanciati nel trattamento delle due squadre:

“Tutto questo è molto strano. Lowry, Siakam e Gasol sono usciti per falli, non è la prima vota che succede in questi playoff. Sembra come sia cambiato qualcosa rispetto alla Regular Season”

La serie si sposta ora in California, con Gara 3 in programma per giovedì notte.

 

Leggi anche:

NBA, continua il “Drake-show”: ora il bersaglio è Kevin Durant

Mercato NBA: 76ers pronti ad offirire il massimo salariale a Jimmy Butler?

NBA, Steve Kerr fa il punto sugli infortuni dopo Gara 2

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in NBA Finals