Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Magic Johnson pensa che i Pelicans non abbiano negoziato in buona fede per Davis

L’ex star e ora dirigente dei Lakers commenta l’atteggiamento dei Pelicans durante le trattative per il trasferimento (poi saltato) di Anthony Davis a Los Angeles

Quando la stampa ha chiesto a Magic Johnson se pensava che i New Orleans Pelicans abbiano agito in buona fede nelle trattative per il trasferimento, poi saltato, di Anthony Davis ai Los Angeles Lakers, la risposta della ex star NBA è stata un reciso “No”.

Stando ai rumors infatti, i Lakers avrebbero offerto ai Pelicans numerosi pacchetti comprendenti giovani prospetti e scelte future, solo per vederli rifiutati dal GM di New Orleans, Dell Demps. Sembra infatti che la franchigia della Louisiana continuasse a chiedere ai gialloviola ben 4 prime scelte future, una richiesta alla quale Magic Johnson non poteva certo accondiscendere.

Nella puntata di mercoledì scorso di The Jump, su ESPN, a Brian Windhorst era stato chiesto se fosse possibile che i Pelicans stessero tentando di minare gli equilibri interni allo spogliatoio dei Lakers, continuando a lasciar fuoriuscire voci sulle offerte che venivano presentate dai gialloviola e che comprendevano sempre i nomi dei giovani prospetti di L.A. (Lonzo Ball, Kyle Kuzma e Brandon Ingram). A questa domanda Windhorst aveva risposto con un semplice:

“Non solo è possibile. È quello che è successo”

Johnson ha commentato quindi in modo negativo questo atteggiamento dei Pelicans, ma ha anche invitato la stampa a smettere di trattare i giovani dei Lakers come bambini.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers