Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, nuovo infortunio per i Cavs: si ferma George Hill

In una situazione di grande confusione, la fortuna non sta aiutando i Cleveland Cavaliers: infortunio per George Hill, che va ad aggiungersi a quelli di Love e Dekker

I Cleveland Cavaliers quest’anno sono un disastro sotto ogni punto di vista. Non solo la squadra ha il peggior record di tutta la lega, collezionando un non invidiabile 1-10, ma sta contemporaneamente subendo una serie di infortuni che minano qualsiasi possibilità di riscatto nelle partite successive.
L’ultimo infortunio di una lunga serie ha coinvolto George Hill che ha subito una distorsione alla spalla destra e sarà costretto a restare ai box per almeno due settimane.
Hill va ad aggiungersi ai lungodegenti Kevin Love e Sam Dekker, entrambi out per almeno un mese.
L’ex Sacramento Kings ha subito l’infortunio in occasione della gara contro gli Orlando Magic durante l’ultimo possesso. Il giocatore ha regolarmente svolto il suo allenamento pre-partita quando la squadra doveva sfidare i Thunder e, nel momento in cui ha avvertito dolore alla spalla, si è fermato. Nuove analisi hanno confermato che il problema era più serio del previsto, e hanno costretto Hill ad uno stop.
L’unica notizia potenzilamente positiva per i Cavs è che, in seguito all’infortunio di Hill, Collin Sexton, l’ottava scelta dell’ultimo NBA Draft, avrà la possibilità di giocare da titolare e di continuare nel suo percorso di crescita. Alla prima da titolare contro i Thunder, Sexton è stato l’unica nota positiva dei Cavs, risultando il miglior marcatore di squadra con 15 punti segnati tirando con il 50% dal campo.
Il nuovo allenatore dei Cavs, Larry Drew ha rilasciato queste dichiarazioni in merito all’importanza che i veterani concedano a Sexton la possibilità di crescere con calma:

Ehi, anche voi avete avuto 19 anni ad un certo punto. Per arrivare al livello a cui siete arrivati sono sicuro che vi sarete trovati anche voi in una situazione in cui avete compiuto degli errori. Per far si che Collin impari, bisogna lasciare che commetta degli errori. Saremo noi a dover imparare a convivere con alcuni dei suoi errori.”

Il messaggio è chiaro: in attesa del ritorno di Hill, la scena sarà di Sexton, che potrà cercare di ambientarsi in NBA con meno pressione sulle spalle.

 

Leggi anche:

NBA, Enes Kanter furioso con il social media manager degli Atlanta Hawks

NBA: Terry Rozier sul suo nuovo ruolo in squadra

NBA: Stephen Curry out per infortunio

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers